Il sito di caccia per i cacciatori: notizie, cani e fucili da caccia, fauna selvatica, abbigliamento, munizioni, riviste ed aziende venatorie, cacciare in italia e nel mondo

COME ADERIRE PUBBLICITÀ SHOPPING CONTATTI
> Azienda della settimana
 
VINCENZO BERNARDELLI TRA TRADIZIONE, RAFFINATEZZA, INNOVAZIONE E MADE IN ITALY

La Vincenzo Bernardelli si può certamente annoverare tra le aziende che hanno dato maggior prestigio all’Italia per la produzione di eccellenti armi da caccia ed in particolare è conosciuta nel mondo per le sue riuscitissime doppiette, proposte nel corso di più di due secoli e mezzo.

Ha realizzato in passato nel suo stabilimento di Gardone Valtrompia tutti i tipi di armi, dalle corte alle lunghe, dalle doppiette, all’unico semiautomatico con serbatoio a caricatore, agli express.

Ma il nome Bernardelli è indissolubilmente legato alle doppiette, realizzate in una grande variabilità di tipi, dalle cani esterni, alle Anson ed alle Holland. Molte di queste hanno avuto anche una elevata consacrazione popolare essendo un ottimo compromesso tra la pregevole fattura ed il prezzo di acquisto.

La serie forse più conosciuta è la Roma, costituita da eccellenti armi con batterie Anson & Deleey, ma dotate di finte cartelle laterali con perni riportati. Altra serie economicamente più accessibile ma di indubbio valore è stata la Sant’Uberto prodotta nei modelli 1 e 2. sempre dotata di batterie tipo Anson. Altra Anson d’eccellenza è la Hemingway con la quale la Vincenzo Bernardelli ha inteso rendere omaggio al grande scrittore e cacciatore.

Tra i modelli a cani esterni non si possono ricordare la “Brescia” e la “Italia”; quest’ultima in particolare di ottima finitura, dotata di duplice chiusura Purdey integrata dalla triplice Greneer o Purdey.

Ma la gamma di prodotto ha sempre avuto al suo vertice unaq Holland con la quale l’azienda si è fatta apprezzare anche per la costruzione di armi particolarmente fini.

Fin qui è storia!

Oggi la Bernardelli, trasferita da Gardone V.T. nella nuova sede di Torbole Casaglia e rifinanziata con capitale estero, è un’azienda dinamica che ha voluto fortemente mantenere i contenuti di produzione di qualità che l’hanno contraddistinta sin dalla fondazione.

La Bernardelli moderna, guidata da un nuovo e appassionato management ed in particolare propulsa dal direttore commerciale Marco Fernzandes, giovane ma grande conoscitore delle armi sportive e delle dinamiche del mondo venatorio, ha riorganizzato la propria gamma, puntando sempre fortemente sulla doppietta costruita con i dettami del “Made Italy”, intendendo per questa abusata dizione, l’utilizzo di maestranze italiane, delle tecniche ed esperienze che da sempre celebrano Bernardelli, e delle soluzioni maturate in tanti anni di produzione d’eccellenza.

La Bernardelli degli anni duemila ha a catalogo un numero di modelli di doppietta ineguagliato nel mondo. Doppiette per tutti i gusti potremmo superficialmente dire, ma è più corretto affermare, doppiette per le più disparate esigenze venatorie.

Si perché Bernardelli è voluta andare verso il cacciatore e la sua caccia proponendo doppiette dalle caratteristiche specialistiche.

All’appassionato dell’arma retrò non può sfuggire la Italia Extra che continua la tradizione della doppietta a cani esterni di cui è ricca la storia dell’azienda.

Nel campo degli hammerless il catalogo Bernardelli è semplicemente impressionante e ci limitiamo ad elencare i modelli: Lira, 112 Extra, Hemingway ed Hemingway De Luxe, Riserva, Riserva De Luxe, cinque diverse tipologie del progetto Mira, Roma 6, Beccaccia e la V.B. Holland quale top di gamma. Dopo aver visionato la gamma tutti voi rimarrete stupiti come è successo a me.

doppietta da caccia bernardelli

Ma Bernardelli ha efficacemente e da tempo avviato la produzione di eccellenti semiautomatici a recupero di gas. Anche qui la gamma è straordinariamente ampia e variabile con fucili con legni, polimero e completamente camouflage.
Per le forze di polizia e per gli appassionati del tiro dinamico inoltre Bernardelli produce anche un eccellente pompa.

fucile da caccia bernardelli

E poi una vera propria chicca il modello “Giardino”, l’unico semiautomatico al mondo in calibro 9 flobert. Dotato di percussione anulare, richiede l’impiego di cartucce a pallini. Nato nei primi  anni 70, è stato prodotto in migliaia di esemplari e tuttora viene realizzato secondo il progetto originale che si è dimostrato affidabile nel tempo.
 
E’ il fuciletto silenzioso con i quali molti di noi hanno sparato i primi colpi e siamo stati iniziati alla caccia e non nascondo che a volte tutt’ora ne sento la nostalgia. E proprio per non deludere gli odierni genitori che iniziano i loro figli alla caccia, la Bernardelli lo tiene ancora orgogliosamente in produzione.

Ulteriori informazioni sul sito www.bernardelli.com

facebook cacciainfiera

 


  Indietro
Stampa articolo Invia ad un amico
 

 
 
 
CALENDARIO EVENTI
lu ma me gi ve sa do
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31
Luglio  2014  

L'AZIENDA
della SETTIMANA
SHOTHUNT LA PROTEZIONE PER L´ORECCHIO
Archivio  
LA CACCIA
IL TIRO
NEWS
CACCIA IN FIERA è un marchio: Fierashop S.r.l. Piazza Libertà 26 - 06061 Castiglione del Lago (PG) - P. IVA 02968460549
Per informazioni contattare il n° 327-1697906 negli orari 9.00 -13.00 (lun-ven), inviare fax al n° 075-6309865 o scrivere a info@cacciainfiera.it