ANTICO CANTO DI CACCIA SICILIANO

Il nostro carissimo amico Armando Russo, giornalista e federcacciatore siciliano, ci ha inviato il testo originale con traduzione di un antico canto di caccia siciliano, risalente ai primi del ´900.
Amiamo riportarlo, se pur evidentemente privo del supporto musicale, perchè anche solo le parole ci appaiono intrise di melodiche sonorità.

Un grazie ad Armando da tutto lo Staff di Cacciainfiera.it!!
 
ANTICO CANTO DI CACCIA

Menzu l´alivi na pirnici c´è
O pigghiala spagnola e torna arrè
Cerca spagnola e portimmilla ccà
E si non la trovi allura,
luntanu si nni va
Luntanu si nni va
Luntanu a la muntagna si nni va

Menzu a da lumia na quagghia c´è
O pigghia la spagnola e torna arrè
Cerca spagnola e portammilla ccà
E si non la trovi allura,
la quagghia si nni va
La quagghia si nni va
La quagghia spalma l´ali
e si nni va.
La quagghia spalma l´ali
e si nni va.

________________________________

Traduzione:

In mezzo agli ulivi una pernice c’è.
Ora pigliela spagnola (nome di cane) e portala qui.
E se non la trovi allora
lontano se ne va.
Lontano se ne va’.

In mezzo a l’erba secca,
una quaglia vi è.
Ora pigliela spagnola e torna indietro..
Cerca spagnola e portala quà.
E si non la trovi,
allora la quaglia se ne và.
La quaglia apre le ali
e se ne và…