DOG TRACE GPS X20: A CACCIA CON IL CANE SOTTO CONTROLLO

Sapere sempre dove è e cosa fa il nostro cane da caccia è un fattore che ci permette di cacciare con tranquillità. Se va in ferma poi lo sappiamo subito. Grazie a Dog Trace GPS X20.

Lo dico subito per sgombrare il campo, sono un appassionato di caccia con il cane da ferma, ma non sono un malato cinofilo di quelli che vogliono vedere in ogni momento il movimento del cane da caccia che mi accompagna. Lui, inglese o continentale che sia deve fare il suo, deve entrare nel fitto e cacciare e non posso avere la pretesa di vederlo di continuo. Però lo ammetto, cacciando in ambiente abbastanza antropizzato mi muovo tra boschetti, forri, campi alternati a strade o a case con pollai. E ad ogni uscita di caccia un po’ di preoccupazione quando non vedo il cane per un po’ di tempo ce l’ho, anche perché purtroppo oggi come non mai ci sono valenti avversari – i caprioli in grado di portare fuori zona e anche tanto il mio cane da caccia.

dog trace x 20 caccia cane satellitare beeper a caccia con tranquillità e cane sotto controlloPerciò sapere che è a 30 metri da me anche se coperto dalla vista dal bosco mi da tranquillità, come invece sapere che è in veloce allontanamento mi allerta e mi posso prodigare a richiamarlo prima che sia troppo lontano. Per questo, per evitare grane con un agricoltore per un pollaio o con un automobilista per un accidentale incidente. Perciò per trovare un aiuto, anche se non l’ho mai fatto prima, mi sono occupato di capire il mondo dei satellitari e ho cercato e cercato tra i tanti, cercando una cosa la semplicità. In effetti mi sono chiesto cosa mi serviva e questo lo avevo chiaro.

La direzione del cane da caccia, la distanza, l’aggiornamento veloce della stessa per capire se il cane si sta avvicinando a me o si sta allontanando, e magari tanto c’ero anche se mi avvertiva se il cane era in ferma, ma non con tutto il casino che fa il beeper. Il tutto con numeri e simboli chiari e belli grandi perché non posso inforcare ogni volta gli occhiali per consultare le informazioni.
E cercando ho trovato la soluzione sul sito www.cacciashop.it. Il satellitare si chiama Dog Trace GPS X20, affidabilissimo anche dopo che cane si è fatto 10 minuti di nuoto, semplice da capire (al volo come serve ad ogni cacciatore) con un display con grandi frecce per la direzione e grandi numeri per la distanza in metri, con grande durata delle batterie, presenti sul collare e sul palmare che tengo in tasca (praticamente come un cellulare che tutti abbiamo).

Quando non lo rivedo per un po’ prendo in mano il Dog Trace GPS X20 un’occhiata e so dov’è il cane da caccia e in che direzione si muove. Grande cosa, mi fa cacciare tranquillo. Poi è arrivato il secondo cane e ho acquistato un secondo cane e collare sempre gestito dall’unico palmare. Devo dire che Dog Trace GPS X20 è una bella scoperta per me, cacciatore poco tecnologico e che alla fine vuole solo andare a caccia con tranquillità. E non è tutto, quando il cane va in ferma il palmare che hai in tasca inizia a suonare ad intermittenza e questo non allerta il selvatico come se suonasse un beeper al collo del cane.

Io sono particolarmente soddisfatto del Dog Trace GPS X20 e credo chiunque avrà la possibilità di utilizzarlo.
Se vi interessa risolvere il problema cliccate qui. Andrete su sito cacciashop.it che per un po’ di tempo ancora vi regala all’acquisto il Manuale Pratico di Veterinaria Venatoria. E di questi tempi non è poco.

Luca Baffiutti

 

________________________________________________

come nasce il fucile da caccia