LO STORNO LOMBARDO

lombardia prelievo in deroga storno cacciaAnche la Regione Lombardia, vista la notevole presenza dello storno ei relativi danni all’agricoltura, ha disciplinato la possibilità di abbattimento in deroga.

Dal 14 settembre e sino al 30 ottobre lo storno sarà abbattibile perciò in Lombardia limitatamente ai terreni agricoli con presenza di frutto pendente (mele, pere, vigna) nelle province di Sondrio, Brescia, Mantova e Pavia ed in quei comuni che nel 2016 hanno rilevato danni attribuibili alla specie. Il contingente massimo di abbattimento è definito in 8.000 capi.

L’attività di prelievo potrà essere realizzata entro 100 metri di distanza dalle colture e senza l’ausilio di richiami di nessun tipo. Il carniere massimo giornaliero è di 30 capi con un massimo di 100 a cacciatore per l’intero periodo. Dato 100 quindi il valore massimo di capi abbattibili da ogni cacciatore, gli autorizzati per la presente stagione saranno solo 80, utili al raggiungimento del tetto massimo di 8.000 capi. Le assegnazioni di autorizzazioni saranno fatte esclusivamente a cacciatori lombardi iscritti agli ATC o Comprensori Alpini in cui insiste il danno.

I dati saranno di prelievo saranno successivamente elaborati e trasmessi dalla Regione Lombardia al Ministero.