REMASCHI E LA CACCIA TOSCANA: NESSUN VUOTO NORMATIVO

remaschi toscana caccia replica a movimento 5 stelleDopo l’attacco del Movimento a 5 Stelle – prendiamo nota – relativo alla caccia nella Regione Toscana e sulla sua paventata illegalità, l’Assessore Cremaschi alla caccia replica.

Cremaschi replica segnalando il fatto che chi ha sollevato la questione – la Consigliera del M 5 Stelle, Irene Galletti, è anche Vicepresidente della Commissione Agricoltura che comprende anche la caccia tra le sue competenze e che dovrebbe conoscere appieno la normativa.

Ma, comunque, Cremaschi afferma che all’oggi non esiste nessuno vuoto normativo in materia di caccia in Toscana, dato che i piani provinciali a cui l’esponente del M5S fa riferimento sono stati regolarmente prorogati a termini di legge e l’abrogazione dell’articolo incriminato ha portato alla sua sostituzione con un nuovo articolo. Ci si è proprio adoperati in una azione di pulizia e riscrittura proprio al fine di eliminare equivoci di sorta sulla attività della caccia in Toscana.
E’ comunque da segnalare che si sta lavorando alla stesura di un nuovo piano faunistico – venatorio che ha comunque richiesto l’aggiornamento del piano normativo e avrà la condivisione del mondo agricolo, venatorio ed ambientale. E’ da ritenere che entro la fine dell’anno si possa arrivare su questo alla approvazione del primo stralcio del Piano Faunistico Venatorio, che consisterà nella ridefinizione delle aree vocate per la caccia al cinghiale, come previsto dalla normativa.

 

________________________________________________

come nasce il fucile da caccia