ANCORA UN’IDIOZIA CON UN’ARMA DA FUOCO

BENELLI 828U SOVRAPPOSTO CACCIA

L’arma da fuoco è sottoposta a questioni di legge che non si possono ignorare anche se riposta in armadio e mai utilizzata. Quando poi ci scappa un ferimento sono grane.

E’ successo e probabilmente la cosa ha poco anzi nulla a che vedere con la caccia, chiunque erediti un’arma ha il dovere di comunicarlo immediatamente alle autorità competenti. Queste decideranno se l’erede ne ha facoltà o no. Ma la omessa denuncia è già un reato che si configura in detenzione illecita.

Quando poi, si decide di andar per boschi con la stessa si aumentano ancor di più i rischi anche di incolumità che in questo caso puntualmente si sono registrati, per uno sparo di un 14 enne sfuggito con l’arma al controllo del padre, ragazzo che ha ferito l’amico che lo accompagnava. Si purtroppo ci è scappato l’incidente in un bosco marchigiano, che avrà conseguenze penali, dato che il ferito ha avuto una prognosi di 60 giorni.

Perciò, occhio genitori siate esasperanti sino all’eccesso con i figli perché un omesso controllo può trasformarsi in negligenza grave dalle spiacevoli conseguenze.

 

_______________________________

lepre chiusura caccia stagione venatoria