ANLC PIEMONTE E LA CACCIA DI DOMENICA

Il giorno in cui si voterà il disegno di legge sulla caccia piemontese si avvicina e scenderà in piazza il prossimo 8 giugno per manifestare contro il paventato emendamento che prevede la chiusura della caccia di domenica.

Si tratta del disegno di legge n° 182, quello che definirà le nuove regole della caccia nella Regione Piemonte. Libera Caccia è fortemente preoccupata dell’adozione di tale strumento normativo che regoli la caccia in Piemonte ed ha proposto alcune modifiche all’assessore alla caccia della regione, Giorgio Ferrero, assessore che al momento non ha dato nessun riscontro alle proposte.

Emendamenti pericolosi per i cacciatori piemontesi ce ne sono e anche di fortemente riduttivi, quasi discriminatori nei confronti di quelli di altre regioni. Uno in particolare rischia di togliere il sonno a tutti gli appassionati di caccia della regione.

Questo prevede che la caccia non possa essere esercitata di domenica e questo è in palese contrasto con la legge nazionale che indica quale giorni di silenzio venatorio il martedi ed il venerdi.

Libera Caccia ricorda che i cacciatori sono cittadini che pagano molte tasse per la propria attività che alimenta le casse pubbliche e si deve loro rispetto. Per questo ANLC Piemonte e le altre associazioni venatorie regionali saranno presenti in piazza a Torino il prossimo 8 giugno.

E l’invito è rivolto a tutti i cacciatori, anche non piemontesi, perché questa è una battaglia di libertà che riguarda tutti.

 

 

_______________________________________

caccia acquisto accessori online