IL FUCILE CONFORMABILE. UTILE PER LE NOSTRE MISURE

Il fucile conformabile, Try Gun per gli inglesi che lo hanno inventato, nasce per l’esigenza di creare il fucile sul tiratore, sulle sue misure fisiche e le sue posture.

Questo fucile utilizzato da ben pochi produttori italiani prima degli anni settanta è anche detto fucile articolato e non è altro che un fucile di prova. Non di prova a fuoco naturalmente, perché non serve che spari per raggiungere il suo scopo. Perché la sua finalità va in altra direzione dato che viene utilizzato per prendere le misure al tiratore. Prima degli anni settanta questa arma la potevamo ritrovare solo in Inghilterra, tipicamente in configurazione doppietta e in rari casi in qualche celebrata casa d’armi belga.

fucile conformabile try gun su misura caccia tiroIn Italia la valutazione della “giustezza” del fucile aveva caratteristiche ben più empiriche. Due imbracciate ripetute davanti ad un armaiolo e questi capiva tutte le esigenze del cacciatore o del tiratore. Grande abilità o fare pretenzioso? Forse la verità sta in mezzo dato che poi la maggior parte dei produttori nazionali che amano fare il fucile su misura per il proprio cliente si sono attrezzati ne proprio laboratorio con un fucile con un fucile conformabile ma continuano a non disdegnare affatto il colpo d’occhio all’imbracciata.

Questo fucile ha un calcio strutturato in snodi ed allungamenti possibili in maniera tale da gestire tutti i vari adattamenti in lunghezza e angoli del calcio e facendolo imbracciare al cliente cacciatore si iniziano ad adattare gli elementi ottenendo rispetto alle posture di tiro ed al fisico del cacciatore le corrette lunghezze, le giuste pieghe al nasello ed al tallone, le perfette deviazioni rispetto all’asse delle canne ed rilevando il famigerato angolo di pitch, misura questa a volte ignorata da taluni e fucina di splendide padelle.

Il vero calcio su misura non può esimere in nessun esperto nell’utilizzo del Try Gun e tutte le misure e gli angoli ivi rilevato saranno poi fedelmente riportati nella lavorazione del calcio originale che sarà apposto al fucile. I produttori più scrupolosi chiederanno poi di nuovo al cacciatore di fare un prova col calcio finito ed incassato, da considerare comunque ancora in bianco, se risultassero necessarie ancora minimi interventi.

Quella del calcio su misura è una materia delicata ed importante per i futuri successi nel tiro e varia inesorabilmente da persona a persona. Incidono in essa tanti fattori posturali e fisici. C’è chi si schiaccia sull’asse delle canne e chi invece tende a piegare poco il collo. Ma esistono soggetti con lunghezza del collo varia, come con articolazioni più o meno lunghe e petto più o meno pieno. Tutti questi fattori possono tendere a limitare le performance di tiro nel caso di calci standard, mentre quello fatto su misura può adattarsi perfettamente ad ogni soggetto …. ed i selvatici si sentiranno un tantino meno sicuri.

Riccardo Ceccarelli

 

— | — | — | — | — | — | — | — | — | — | — | — | —

Riccardo Ceccarelli autore del Manuale Pratico di Caricamento Cartucce da Caccia a Pallini, del libro Come Nasce un Fucile da Caccia e da Tiro e coautore del Manuale Pratico di Veterinaria Venatoria, oltre che responsabile Marketing del Gruppo Cacciainfiera, fondatore e Presidente del Club Calibro 16 e consulente di comunicazione di numerose aziende armiere.

sparare caccia terzo colpo fucile semiautomatico