LIBERA CACCIA: SUGGERIMENTI SUL CALENDARIO VENATORIO UMBRO

La Liberacaccia Umbra analizza la bozza del calendario e da suggerimento per la tutela alle colture agrarie con deroghe di caccia allo storno, tortora dal collare e piccione selvatico.

Liberacaccia parte dall’impatto all’agricoltura di alcune specie di volatili per dare suggerimenti a chi è chiamato alla stesura definitiva del calendario venatorio dell’Umbria. Parte anche dal presupposto che le regioni limitrofe hanno messo mano a questo problema e che sarebbe utile ed opportuno seguirne l’esempio.

La tutela delle colture è considerato un contributo utile all’agricoltura e una sua difesa.

libera caccia umbria tortora dal collare piccione selvatico

Passando alla caccia tradizionale la richiesta è quella di migliorare la possibilità del prelievo della quaglia, prolungando gli orari di prelievo. Si chiede poi di fare mente locale sulla necessità di miglioramenti per la gestione delle Zone di Ripopolamento e Cattura e un perfezionamento della disciplina che regola gli appostamenti fissi senza richiami.

Le proposte afferma l’associazione, fanno seguito a studi realizzai da esperti a livello nazionale e anche su questo Liberacaccia Umbria da la propria di disponibilità alla discussione nella Consulta Venatoria Regionale.