PADRE PREGIUDICATO E’ VICINO DI CASA .. VIA IL PORTO D’ARMI

Anche se non ha nulla a che fare con le malefatte del genitore, ad un amico siciliano è stato negato il rinnovo del porto d’armi.

Il TAR della Sicilia si è recentemente pronunciato su un caso di mancato rilascio di licenza per la detenzione di armi negata ad un cittadino dalla Questura di Catania.

La Questura aveva motivato il diniego al rilascio del porto d’armi per il fatto che il richiedente abita vicino ai genitori ed il padre in passato ha subito condanna per estorsione, furto aggravato e violenza privata. Condanne non da poco, ma cosa lega i reati del padre al figlio?

Il TAR ha motivato la decisione di confermare la decisione della Questura perché secondo i giudici amministrativi la facilità con la quale il padre può recarsi nella adiacente abitazione del figlio costituisce un serio rischio.