UNGULATI: INCREMENTARE GLI ABBATTIMENTI CON MODIFICA LEGGE

benelli fucili da caccia mancini

Confagricoltura Toscana lamenta limiti nella possibilità di abbattere ungulati in maniera sufficiente a tutelare le coltivazioni agricole e di conseguenza propone una modifica della legge sulla caccia 157/92.

Secondo i dati di Confagricoltura Toscana, la Regione in Europa è seconda solo all’Austria per densità di ungulati; qui però l’impatto è molto più incisivo essendo la Toscana intensamente coperta da coltivazioni agrarie ad elevato livello di investimento rispetto alla nazione alpina. Confagricoltura riprende anche i dati della Regione che sono datati oltre un anno; si segnalano 450.000 capi di cui 160.000 cinghiali, 178.000 caprioli, 110.000 daini, 4.500 cervi e 2.500 mufloni.

ungulati caccia prelievo venatorio confagricoltura toscanaDati veramente importanti sulle popolazioni ungulate regionali.

Questi dati sono invece definiti spaventosi da Confagricoltura Toscana, poiché minano i redditi agricoli e quindi l’ordine pubblico, ma anche gli equilibri biologici, per non parare dei tanti incidenti stradali.
Allo stato dei fatti, la legge Obiettivo per gli abbattimenti risulta essere, secondo l’Associazione Agricola, risulta essere non troppo efficace e portando i numeri si segnalano che comprese tutte le forme di caccia gli abbattimenti di ungulati sono insufficienti.

Perciò Confagricoltura Toscana richiede una importante revisione della attuale legge sulla caccia (157/92), nata 25 anni fa prima dell’esplosione demografica degli ungulati che debba essere assolutamente vista nell’ottica della sostenibilità ambientale e della gestione numerica della fauna.

 

________________________________________________

caccia shop abbigliamento per il bosco