VALLE DI FIORDIMONTE .. LA COMPLETEZZA DELLA PASSIONE

Benelli M2

La caccia ha molte sfaccettature, tutte affascinati e tutte diverse. Dall’ungulato alla stanziale, dalla migratoria di vario tipo in appostamento alla beccaccia, Valle di Fiordimonte è in prima linea per le tue più grandi soddisfazioni. E poi c’è l’addestramento per una stagione che non finisce mai.

Chi non conosce Valle di Fiordimonte ha indubbiamente un grosso limite da sanare. Essersi perso sinora una esperienza nella culla della caccia appenninica è cosa a cui porre rimedio. La vastità degli ambienti, le loro differenziazione in funzione delle quote che vanno dai 500 sino ai 1.600 metri, che permettono di passare da are con incolti a boschi di essenze caduche per giungere sino le praterie montane permette di abbracciare la maggior parte delle tipologie venatorie possibili in Italia. Questo perché i 5.000 ettari della prestigiosa azienda sono suddivisi tra l’azienda agrituristico venatoria e la faunistico venatoria, quest’ultima sottoposta al calendario venatorio regionale e luogo d’elezione per esercizio sulla affascinante beccaccia.

La caccia a Valle di Fiordimonte ha un connotato ben preciso, la selvaggina va saputa cercare sul serio e all’ausiliare, se si deciso di cacciare stanziale, non sono concessi errori come del resto distrazioni al cacciatore. La caccia è vera e le starne, i fagiani e soprattutto le coturnici, picchiano a valle rendendo il tiro altamente sportivo e la padella haimé quanto di reale. La caccia è vera e chi si sente di farla non può mancare.

valle di fiordimonte caccia ungulati stanziale beccaccia anatre oche

Poi i prelievi in selezione, per coloro che di questa passione hanno fatto hanno fatto la loro caccia d’elezione. Si trova di tutto dal maestoso cervo allo sfuggente cinghiale, dal sospettoso daino sino al più bel trofeo d capriolo. Tutto possibile da sicure altane che ci accompagnano nell’attesa di crepuscoli mozzafiato.

E quando la stagione del prelievo venatorio termina o ci siamo stufati d sparare e vogliamo porre più attenzione ai nostri cani da ferma, le vaste praterie montane ove il vento regna sovrano sono quanto di più ricercato per addestrare il cane senza sparo. Più volte le brigate di starne e coturnici che qui vivono libere e selvatiche hanno impegnato i miei setter in guidate mozzafiato, quelle guidate che fanno parte delle emozioni da celare più gelosamente. E nella primavera la presenza delle quaglie selvatiche aumenta ancor più gli incontri e esalta l’addestramento dei grandi fermatori.

Luigi e Luca, favolosi gestori, in questi anni hanno raccolto le esigenze dei tanti clienti/amici e si sono anche attivati con concessioni estere, in Romania e Bulgaria, ove loro stessi vi accompagnano per caccia alle oche ed alle anatre, caccia mista, o ai piccoli migratori quali allodola o cesena.

Una stagione quella di Valle di Fiordimonte che non termina mai, e un piacere che va di paripasso.

Io ci sono e voi?

Riccardo Ceccarelli

 

Per info: www.valledifiordimonte.it

 

_____________________________________________

IL SAPERE COMPLETA LA TUA PASSIONE

TU DEVI SOLO CLICCARE SULLE IMMAGINI

manuale caricamento cartucce da caccia come nasce un fucile da caccia