TAR VENETO RIGETTA IL RICORSO ANIMALISTA. LEGGITTIMA LA VIGILANZA VENATORIA

semiutomatico Benelli Raffaello fucile da caccia

Erano state LAC ed ENPA a proporre un ricorso contro i provvidenti della Provincia di Vicenza in materia di Vigilanza Venatoria. Il forte risentimento per una presunta esclusione.

LAC (Lega per l’abolizione della Caccia) e ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) avevano avversato il provvedimento della Provincia di Vicenza relativo alla Vigilanza Venatoria tanto da fare un ricorso al Tar del Veneto.

vigilanza venatoria tar veneto lac enpa cacciaIl motivo del contendere, anzi i motivi, visto che ne avevano elencati ben sei che andavano contro un regolamento della provincia emanato nel 2012. Le due associazioni animaliste valutavano non competente l’Ente Provinciale in materia di Vigilanza venatoria e contestavano inoltre l’articolo 2 del regolamento emanato dalla Provincia di Vicenza nel quale si trattava di guardie giurate volontarie. Lamentavano l’esclusione di quelle delle associazioni ambientaliste e l’obbligo di residenza nel territorio della Provincia di Vicenza. Inoltre non ritenevano lecito la non inclusione delle guardie zoofile.

Il riscontro del TAR Veneto è stato il seguente: la Provincia è competente in materia di vigilanza venatoria e è debitamente lecita la richiesta di residenza nel territorio provinciale. Non è stato nemmeno ravvisata nel regolamento qualsiasi forma di esclusione ad appartenenti a LAC.

Ricorso respinto quindi e oneri e spese giudiziarie a spese dei ricorrenti.

 

_______________________________________________

caccia abbigliamento accessori effebistore calci e aste