NEW YORK: TACCHINO SELVATICO SULLE TAVOLE DEL THANKSGIVING

Da una parte la forza della tradizione, dall’altra una necessità ambientale: la caccia al tacchino selvatico nello Stato di New York, dopo oltre un secolo, è di nuovo legale.
Si sa, infatti, quanto gli Stati Uniti, grande Paese dalla giovane storia, sia ancorato alle proprie tradizioni e il Thanksgiving (Giorno del Ringraziamento) ha un fascino del tutto particolare.

Tale festa, celebrata da tutte le famiglie americane, prende spunto dal pranzo di ringraziamento dei primi coloni per i frutti della terra del Nuovo Mondo.
I Padri pellegrini, a bordo della Mayflower, erano, infatti, giunti sulle coste americane nel 1620, trovandosi di fronte ad un territorio, per loro, selvatico e inospitale. Il primo inverno da affrontare fu molto duro a causa della scarsità di cibo e quasi la metà di loro morì.

Solo con l´arrivo della primavera del 1621 la situazione migliorò e i raccolti dettero i primi, faticosifrutti.
Dopo il duro lavoro degli inizi, allora,il governatore William Bradford indisse ufficialmente un giorno di ringraziamento per l´abbondanza ricevuta e per celebrare il successo del primo raccolto e alla festa i coloni invitarono anche la popolazione locale.

Ad arricchire la tavola di quel primo Ringraziamento americano furono i cibi locali che divennero tradizioni da tramandare per gli anni a seguire: tacchino e pumpkin (zucca).

Ma i tacchini selvatici, aihmè, non erano una risorsa inestinguibile, tanto che negli anni della Grande Depressione, in tutti gli Stati Uniti, ne erano rimasti solamente 30.000 esemplari, nonostante il divieto di caccia in vigore dall’’800.

caccia tacchino selvatico

Fortunatamente nel 1937, con l’approvazione del Federal Aid in Wildlife Restoration Act, fuorno stabilite nuove tasse su armi e attrezzature da caccia da destinare proprio al ripopolamento e alla riqualificazione dell’habitat dei tacchini selvatici.

E tale operazione ha avuto così tanto successo che ad oggi, nel Nord America, la loro popolazione supera addirittura i 7 milioni, con ben 300.000 esemplari solo nello stato di New York.
Questo inaspettato quanto “preoccupante” successo ha determinato, in realtà, gravi problematiche alle attività agricole e ciò ha spinto il Governo a permettere la riapertura nello Stato di New York della caccia a tale specie.

Regole rigidissime sono state approvate per la sua disciplina e così solamente due capi a stagione possono essere abbattuti da ogni singolo cacciatore, pena la revoca della licenza per i trasgressori.

Ma il tacchino, così apparentemente grande e goffo, è sembrato invece assai scaltro e ben intenzionato a non festeggiare la tradizione del 26 Novembre con i discendenti degli antichi coloni e, nel primo giorno di caccia concesso, 190 cacciatori sono riusciti ad abbatterne solamente 4!

Web Site: www.cacciainmontenegro.com