WWF DENUNCIA STRAGE DI ELEFANTI IN CAMERUN

Tratto da www.tg1.rai..it

Almeno la metà degli elefanti della riserva di Bouba N’Djida in Cameroun sono stati abbattuti perché la nazione dell’Africa occidentale ha inviato troppo poche forze di sicurezza per affrontare i bracconieri, ha detto il World Wide Fund for Nature.
In quello che è stato descritto come uno dei peggiori massacri degli ultimi decenni, ben 200 elefanti sono stati uccisi per le loro zanne da gennaio dai bracconieri a cavallo del Ciad e del Sudan.

L’aumento della domanda in Asia di gioielli e ornamenti realizzati con zanne di elefante è il fattore principale dell’aumento del bracconaggio. “Il WWF è turbato dalle notizie che il massacro continua senza sosta,” ha detto Natasha Kofoworola Quist, rappresentante del WWF nella regione. Circa 20 carcasse di elefanti appena uccisi sono state scoperte la scorsa settimana, ha detto un portavoce del WWF.

Il governo dello stato dell’Africa centrale ha inviato forze speciali per cercare di tenere a bada i bracconieri nel nord del paese, ma il WWF ha detto che questo potrebbe essere stato troppo poco e troppo tardi.

Le forze sono arrivate troppo tardi per salvare la maggior parte degli elefanti del parco ed erano troppo pochi per scoraggiare i bracconieri“, dice Quist. Ha detto che l’organizzazione si rammarica che un soldato sia stato ucciso durante uno scontro con i bracconieri.

Biologicamente diverso e protetta solo da rangers armati, Bouba N’djida si trova vicino al confine del Camerun settentrionale e presenta un obiettivo allettante per i cacciatori di frodo provenienti da Sudan e Ciad. Di norma, attraversano nel parco a cavallo all’inizio di ogni stagione secca.

Il Fondo internazionale per il benessere degli animali, o IFAW, ha detto che il numero delle uccisioni di quest’anno è stata senza precedenti. IFAW ha detto che non era chiaro il numero di elefanti rimasto in Camerun, ma nel 2007 serano stimati tra 1.000 e 5.000. In Sud Africa, anche i rinoceronti sono sotto attacco da parte dei bracconieri, che ne hanno ucciso più di 400 dello scorso anno, sabato, 17 marzo 2012

Web Site: www.cacciainmontenegro.com