GARE COL CANE DA FERMA E SPANIELS: LO STANDARD DI LAVORO DEL GRIFFONE A PELO DURO O KORTHALS di Angelo Di Maggio

Questo articolo è estrapolato da “Gare col Cane da ferma e Spaniels”, testo prodotto e gentilmente messoci a disposizione dal Sig Di Maggio Angelo, Giudice Cinofilo e grande appassionato di caccia; egli, grazie all’esperienza acquista sul campo quale giudice della Libera Caccia, ha giudicato e giudica in gare organizzate da qualsiasi “associazione venatoria” che da questa sia chiamato a farlo.

Tutto il materiale concessoci, evidente frutto di cultura del settore ed esperienza sul campo, è della lunghezza complessiva di circa settanta pagine; pertanto, per motivi legati ai limiti che inevitabilmente la lettura in video ci pone, abbiamo deciso di proporlo suddiviso per argomenti, cercando di mantenere continuità di contenuti, per renderlo più usufruibile da parte di tutti gli operatori del settore, aspiranti giudici, delegati cinofili o semplicemente appassionati del magnifico mondo delle gare cinofile.

Al termine delle pubblicazioni, che si susseguiranno settimanalmente, provvederemo ad unire tutti i singoli articoli pubblicati, in un unico testo, scaricabile in pdf dalla sezione “Cinofilia”, che ciascuno potrà stampare e tenere come manuale completo ed esaustivo, da consultare in qualsivoglia occasione.


GLI STANDARDS DI LAVORO

Il griffone a pelo duro (o Korthals)


E´ nel rettangolo.
Animale superbo, imponente e riflessivo.
E´ un galoppatore, ma il suo galoppo è un po’ diverso da quello degli altri continentali.
E´ un galoppo elastico e felino.

Griffone a pelo duro korthals

Tra le razze continentali, rimane il più vicino al suo originario modello, ma ha migliorato l´andatura dal punto di vista della velocità, per il più rapido conseguimento del “punto”.
Il “metodo” di cerca ha dato naturalmente i suoi frutti e soprattutto ha confermato come il miglioramento sia stato ottenuto senza ricorrere a sangue estraneo.

Galoppo energico perciò, ma non impetuoso, che può essere alternato a fasi di trotto, sempre in relazione alla natura ed alle condizioni del terreno da battere.
Coda portata sulla linea del dorso.
Testa alta e mobile, denotante vigilanza del compito olfattivo.

Griffone a pelo duro korthals

Cerca diligente e ampia. Tendenza all´autonomia e ad ispezionare a fondo il terreno. Si svolge su diagonali non sempre rettilinee e non molto spaziate, per una maggiore analisi del terreno di caccia.

La ferma può essere eretta o schiacciata. In presenza del selvatico, gradatamente rallenta e si irrigidisce in ferma. Ha molta grinta nell´espressione. Le orecchie sono costantemente erette. A ridosso del selvatico ferma di scatto e tende a schiacciarsi. Se si persuade che il selvatico è già frullato, riparte con la sua foga abituale.

Griffone a pelo duro korthals

La guidata è prudente ed in posizione eretta con passi felpati, ma alle volte guida leggermente strisciando, mantenendosi, però, nella tensione della ferma, sempre a giusta distanza con il selvatico che fugge. La coda tende ad alzarsi, testa piuttosto alta.

E´ cane energico, che per la sua costruzione ed il carattere si adatta egregiamente a tutti i terreni, montagna compresa. E´ ausiliare precoce e dimostra grande passione per il recupero ed il riporto.

Giudice di Gara Angelo Di Maggio


Nel prossimo articolo: GARE COL CANE DA FERMA E SPANIELS: LO STANDARD DI LAVORO DEL BRACCO TEDESCO A PELO DURO O DRAHTHAAR