IL CANE E IL SUO MONDO – 3° parte I CANIDI e LA RIPRODUZIONE DEL CANE di Franco Barsottini

allevamento bugallo setter inglese bracco tedesco


CARATTERISTICHE COMUNI AI CANIDI

I canidi hanno come caratteristiche comuni:

– Una fortissima capacità di distinguere gli odori ed un buon udito.

– Una intelligenza superiore a quella degli altri carnivori compresi i felini.

Dal punto di vista comportamentale, i canidi usano metodi simili di comunicazione: stessi segnali corporali e facciali per manifestare rabbia, paura, piacere, dominio e sottomissione; tutti ululano mentre l’abbaiare è un evento raro nell’ambiente selvaggio, ma lo imparano se allevati come cani domestici; tutti i cani seppelliscono ossa e cibo avanzato come riserva per i periodi di magra; tutti i cani non disdegnano di strofinarsi a carogne ed altre porcherie maleodoranti; tutti i canidi usano l’urina mescolata con le secrezioni della ghiandola prepurziale per marcare i limiti del loro territorio, nei maschi questo atteggiamento si manifesta alzando la zampa e dirigendo l’urina verso grossi oggetti.

Alcuni studiosi ritengono che i canidi da questi segnali odorosi ricavino informazioni quali il sesso, l’età, lo stato di salute, ecc.

LA RIPRODUZIONE

La scelta riproduttiva

Le razze che oggi esistono sono il frutto degli accoppiamenti che l’uomo ha fatto per migliorarne le abilità specifiche in funzione dei propri obbiettivi di utilizzo, così nel corso del tempo ha isolato i geni del riporto, della punta, del controllo delle greggi, del fare la guardia e creato razze specializzate alla caccia al controllo dei greggi, alla difesa, alla compagnia.

allevamento del bugallo

Le razze riconosciute dalla FCI – Federazione Cinologica Internazionale, oggi sono più di ottocento.

Spesso gli accoppiamenti tra cani sono casuali e si hanno i “meticci”.

Tutti i cani discendono dal “Canis Lupus Familiaris” ma oggi ogni razza riflette differenze nelle abilità specifiche ad esempio le razze da caccia come i Setter puntano marcando la preda in pratica senza addestramento, mentre possono non imparare mai a radunare il bestiame nonostante un intenso addestramento o un Border Collie che ha un’innata capacità di riunire il bestiame non riesce ad imparare a puntare o marcare la preda.

Il cane e la riproduzione

Nei maschi l’astinenza totale non è nociva sia sul piano fisico che quello psicologico. Il maschio è già in grado di fecondare la femmina a 5/6 mesi di età, ma è bene aspettare che raggiunga almeno i due anni di età.

Nel maschio quando si parla di “monorchidismo” si intende la mancata discesa dello scroto di un testicolo. Si parla invece di “criptorchidismo” quando a non scendere sono tutti e due i testicoli.

Nelle femmine la maturità sessuale viene raggiunta con la pubertà che inizia al primo calore che si manifesta a circa 6 – 10 mesi. La maturità sessuale non coincide con la maturità per la riproduzione non essendo il corpo ancora preparato per lo stress fisico di una gravidanza.

allevamento del bugallo

L’intervallo tra due cicli ovarici in media è di sette mesi ma può variare dai quattro agli undici mesi secondo la razza e dell’individuo, il ciclo ovarico si suddivide nelle seguenti fasi:

Proestro, determinato dal sopraggiungere delle prime perdite di sangue dalla vagina e perdura fino al momento in cui la femmina accetta il maschio, può variare dai 6 agli 11 giorni. In questo periodo nel cane possono intervenire cambiamenti nel carattere, l’atteggiamento si fa giocose, alcune femmine nascondono la coda tra le gambe, rifiutano il cibo e si comportano in modo anomalo.

Estro, è caratterizzata dalla completa accettazione del maschio, questo però non vuol dire che accetti tutti i maschi, infatti, spesso accade che accetti un maschio e né rifiuti un altro.
In questa fase la vulva si presenta più morbida e piccola rispetto alla fase precedente, le perdite vaginali si manifestano anche durante questo periodo e possono contenere ancora del sangue o assumere un colore paglierino.
La durata media dell’estro è di nove giorni e può andare dai quattro a quindici giorni, questo periodo è molto importante perché coincide con la secrezione dell’ormone luteinizzante (LH) fenomeno a cui fa seguito l’ovulazione entro le 24 – 72 ore. L’estro termina quando la femmina non accetta più il maschio.

Diestro, inizia quando la femmina non accetta più il maschio. Questa fase non dà segnali esterni pertanto può essere riconosciuta solo tramite la citologia vaginale o la determinazione d’alcuni ormoni nel sangue.

Anestro, è la fase dell’involuzione dell’utero e rappresenta il periodo d’inattività sessuale.



a breve pubblicheremo il capitolo finale del testo gentilmente inviato da Franco Barsotti, titolare

ALLEVAMENTO AMATORIALE DEL CANE DA CACCIA
“DEL BUGALLO”

Razze: Setter Inglese – Bracco Francese tipo Pirenei

www.allevamentodelbugallo.it
info@allevamentodelbugallo.it