CAMPANIA: SOSPENSIONE PRE-APERTURA, FIDC IN DIFESA DEI CACCIATORI

Il Consiglio di Presidenza della Federcaccia Campania ha dato mandato allo Studio Legale Bianco di Salerno alla rappresentanza e tutela degli interessi e dei diritti dei cacciatori avverso gli atti di opposizione del WWF Italia che, tra l’altro, hanno portato alla sospensione del Calendario Venatorio 2012-2013.

In relazione a tale sospensiva, va apprezzato il lavoro tenace e tempestivo della Regione Campania che, in vista della Camera di Consiglio del 12 settembre che discuterà il ricorso al Calendario Venatorio, ha già approvato, proprio in questi giorni, un nuovo atto con il quale si apportano correttivi tali da rendere non più accoglibile lo stesso e, pertanto, in grado di porre le condizioni per l’annullamento della sospensione. Buone notizie, pertanto, per i cacciatori che potranno così avere la prevista apertura della caccia che stanno aspettando.

La Giunta Regionale aveva disposto la proroga al 31 dicembre del Piano Faunistico Venatorio della Regione Campania con Delibera n. 349 del 17.7.2012. La Giunta aveva quindi approvato, con Delibera n. 361 del 17.7.2012, il calendario venatorio regionale per l’annata 2012-2013.

Il W.W.F. Italia, con ricorso al TAR n. 3776 del 21.08.2012, aveva richiesto l’annullamento, previa sospensione dell’esecuzione, della Delibera della Giunta Regionale che approvava il calendario venatorio 2012/1013. A seguito di tale ricorso, il TAR Campania aveva disposto la sospensione del calendario venatorio regionale, nella parte relativa alla pre-apertura con Atto n. 1163 del 21 agosto, riservandosi di entrare nel merito con la Camera di Consiglio fissata per il 12 settembre.

In esecuzione dell’atto di sospensiva, la Regione Campania, con decreto dirigenziale n. 79 del 27 agosto 2012, aveva dovuto disporre ufficialmente la sospensione della pre-apertura del calendario venatorio con relativa pubblicazione su sito www.campaniacaccia.it. La sospensione ufficiale era stata poi comunicata agli ATC della Campania, al Comitato Tecnico Faunistico Venatorio Regionale, agli Uffici Caccia delle Province.

La Federcaccia Campania sta seguendo da vicino questa ennesima vicenda di attacco inconsulto ai diritti dei cacciatori; abbiamo voluto dare – ha dichiarato il Presidente Buglioneun segno di presenza ancora più forte con il mandato al nostro legale per la tutela dei diritti dei cacciatori. Prendiamo atto con soddisfazione di questa collaborazione della Regione Campania con le associazioni venatorie per la difesa dei diritti e dei doveri di tutti. Abbiamo detto che vogliamo concentrarci sull’attuazione della nuova legge sulla caccia che è solo un punto di partenza – ha aggiunto Buglione – e, pertanto, non possiamo essere ogni anno impegnati a contrastare tali azioni pregiudiziali, miranti solo e soltanto ad ostacolare di fatto il libero esercizio dei diritti del mondo venatorio. Non ci lasceremo intimidire”.

Federcaccia Campania
Ufficio Comunicazione Istituzionale federcacciacampania@gmail.com