OTTICA PRETOLANI – OCCHIALI DA TIRO A VOLO

Quando l’eleganza incontra lo sport

Un saluto caloroso mi accoglie con un sorriso sincero, inizia così la nostra visita a Meldola una piacevole cittadina in provincia di Forlì alla scoperta dell’azienda Pretolani, ci accomodiamo nel suo ufficio ed inizia la nostra chiacchierata con Massimo Pretolani.

Campione del mondo di Skeet

Parto con una domanda che sembra scontata …. Come nasce l’idea di realizzare una linea di occhiali da tiro?

La risposta non si fa attendere … vedi Giuseppe l’idea è nata in modo semplice, io sono un ottico e per passione sono un cacciatore ed un tiratore e non ti dimenticare che qui siamo in terra di Romagna e tutto nasce dalla passione. È stato quasi un percorso naturale per me, quando scendevo in pedana non riuscivo mai a trovare un occhiale in grado di trasmettermi le giuste sensazioni …. lo interrompo e gli dico scherzando …. mi stai dicendo che “padellavi” qualche piattello di troppo! Non sono mai stato un campione questo è vero, mi risponde, ma vedi in famiglia da generazioni abbiamo la passione di riparare orologi antichi, hai presente quelli con tanti ingranaggi e per farli funzionare al meglio ci vuole tanta precisione e una cura maniacale dei dettagli, ecco erano i dettagli che non mi convincevano a pieno e così ho deciso di lanciare la mia sfida e mi son detto se nessuno ti riesce ad accontentare allora gli occhiali te li devi costruire da solo e così è stato. Sai il tiro è una disciplina particolare in cui tendi a curare al massimo il tutto a cominciare dall’arma, chiedi ad un tiratore quanto tempo si impiega per trovare le giuste regolazioni, per non parlare dell’abbigliamento tecnico sempre più sofisticato … vedi … a questa regola non sfuggono di certo gli occhiali che sono un accessorio a volte determinante.

Ma dimmi Massimo come è nato il primo prodotto?

Dalle nostre parti c’è un detto popolare che recita “ chi ben comincia è a metà dell’opera” è stata un po’ la nostra filosofia, prima di lanciare sul mercato il nostro primo modello sono passati ben due anni. Siamo partiti da una serie di considerazioni preliminari frutto della nostra esperienza professionale, in primo luogo con l’occhiale ti devi sentire a tuo agio anzi per meglio dire ti devi quasi dimenticare di portarli, l’ergonomia è fondamentale e lo è ancor più per un tiratore. Siamo partiti dalle astine, la posizione che assume un tiratore in pedana durante la fase di attesa del lancio del piattello è leggermente inclinata in avanti a questa segue la sbracciata e la messa in mira, sono movimenti rapidi che debbono essere accompagnati da una solida posizione degli occhiali che non si debbono muovere per questo abbiamo subito pensato a delle astine estremamente flessibili ed avvolgenti con terminale a “riccio” che permettessero all’occhiale di essere perfettamente ancorate all’orecchio. Un secondo elemento è stato lo studio dell’angolazione della montatura che nel tiro è fondamentale infatti il piattello una volta lanciato tende a salire e per questo il tiratore è costretto per prendere la mira ad alzare lo sguardo, grazie a questo “escamotage” il campo visivo rimane pieno e permette all’occhio di avere la massima visibilità del bersaglio.

Anche la scelta di naselli molto morbidi per favorire un corretto alloggiamento sul naso era un dettaglio non trascurabile, un elemento molto importante è stata la scelta della distanza tra il nasello e l’asta superiore della montatura ed un ponte di collegamento tra le due lenti molto raccolto in modo tale da favorire l’alloggiamento dell’occhiale nella parte alta del naso, questo infatti insieme alla giusta inclinazione ci da ancora maggiori garanzie quando alziamo il viso di avere il campo visivo libero, se l’occhiale rimane troppo basso infatti è facile che veniamo disturbati dalla presenza della montatura. La montatura è poi un altro degli elementi su cui abbiamo concentrato i nostri sforzi, la scelta non poteva che essere quella di una montatura a filo molto sottile ma nello stesso tempo resistente in modo tale che ostacolasse al minimo la visuale sulle lenti e che rendesse l’occhiale molto leggero. L’ultimo dettaglio ha riguardato la scelta delle lenti in policarbonato con una specifica molto importante in quanto sono antipallino che garantiscono allo stesso tempo leggerezza e massima protezione. Così è nato Falcon il nostro primo modello.

Tutti i vostri occhiali hanno un kit di lenti ricambiabili che vengono fornite di serie con un elegante custodia di protezione, la scelta delle colorazioni è dovuta ad una semplice preferenza cromatica da parte del tiratore o ha delle implicazioni di tipo tecnico?

Come ti dicevo il mondo del tiro a volo è caratterizzato da una serie di dettagli che quando si scende in pedana possono risultare determinanti, uno di questi è dato proprio dalle differenti condizioni climatiche in cui si effettua il tiro, cielo nuvoloso, differenti scale di luminosità diurna determinano di solito la scelta del colore che permette di definire meglio la sagoma del bersaglio. Disporre di un ampia gamma di colori come noi va a sicuro vantaggio del tiratore che può scegliere tra sei diverse colorazioni per le lenti in policarbonato antipallino e ben otto colorazioni per le lenti di tipo infrangibile. Ma non ci siamo mica fermati qui, le nostre lenti presentano altre caratteristiche che per il tiratore ma anche per il cacciatore – sai molti dei nostri clienti si abituano poi a portarseli dietro anche nelle battute di caccia e qui avere delle lenti antipallino può fare la differenza – sono molto apprezzate in quanto sono antigraffio, antiriflesso ed optifog, e per le lenti trasparenti possiamo anche fornire delle lenti correttive, per non parlare poi delle lenti polarizzate una volta che le hai usate non riesci più a farne a meno.

Aspetta Massimo non correre troppo mi hai detto “optifog”?

Si Giuseppe, si tratta di lenti particolari con un trattamento antiappannante, in pratica impediscono all’acqua di condensarsi e favoriscono l’evaporazione, il trattamento è estremamente semplice da applicare con le lenti viene fornito un particolare panno in microfibra che una volta passato sulle lenti grazie a delle molecole impedisce l’appannamento, addirittura applicato alle lenti in policarbonato le rende 12 volte più resistenti che le lenti infrangibili, somma il tutto ad un buon 30% in meno di peso e trai tu le tue considerazioni. Benefici enormi per chi le porta in quanto si ha una visione molto più chiara, le immagini sono più nitide e trasparenti ma principalmente non si ha nessuna distorsione delle immagini o riduzione del contrasto, sono di gran lunga quelle che di solito consigliamo.

Prima di incontrarti mi sono voluto documentare a dovere sul tuo sito http://www.otticapretolani.com/modelli_it.php ed una cosa che mi ha particolarmente incuriosito sono le Lenti per occhio dominante … non mi fa nemmeno finire la domanda che esclama “il nostro fiore all’occhiello” .

Sai Giuseppe di questo andiamo proprio fieri è un nostro brevetto – e qui gli si illuminano i suoi occhi celesti e si intravvede la sintesi di professionalità e passione che è Massimo Pretolani – serve per tutti coloro che hanno il problema dell’occhio dominante opposto alla posizione di tiro, la nostra azienda ha inventato una particolare lente che montata davanti all’occhio dominante lo penalizza in maniera tale che permette all’occhio che è in mira di “NON” vedere più lo sdoppiamento del mirino, la fiancata del fucile e il doppio piattello

Un’avventura lunga 20 anni che non si è fermata al Falcon ma che si è arricchita negli anni di molti modelli?

Come si dice “chi si ferma è perduto”, gli amici tiratori ci hanno dato fiducia e noi abbiamo seguito i loro consigli e continueremo a farlo, abbiamo arricchito la gamma del Falcon con tre modelli il Med Falcon ed il BIG Falcon che hanno completato la gamma con misure differenziate per adeguarle alla grandezza del viso e poi il Falconet un occhiale con una montatura che avvolge la lente solo nella parte superiore alleggerito dall’uso del filo in Nylon che sostiene la lente stessa.

Poi è arrivato il Target – Massimo elenca i modelli come se fossero dei figlioli – qui c’è stata una svolta tecnica molto importante abbiamo introdotto nelle nostre montature un acciaio Nikel Free medicale e antiallergico che ha reso la struttura ancora più resistente e leggera, ma principalmente con il Target abbiamo lanciato un altro nostro brevetto “ il nasello regolabile in altezza” questo ci ha permesso di allargare leggermente il ponticello per favorire ancora di più l’aderenza del nasello al naso ma principalmente permette di regolare in altezza lo scorrimento dello stesso in modo tale da offrire al tiratore la posizione ottimale sul suo naso, sai ci siamo ispirati in po’ alla regolazione del calcio tanto cara ai tiratori.

Con Shot Gun 1 e 2 abbiamo pensato a tutti gli amici tiratori che avevano la necessità di lenti correttive, creando una montatura ad hoc che mantenesse tutte le caratteristiche tecniche dei modelli precedenti.

Scorrendo la lista dei modelli a catalogo l’attenzione mi è caduta sul Titanio …. non vorrei peccare di presunzione mi dice Massimo, ma siamo l’unica azienda che ha introdotto sul mercato un modello di occhiali da tiro in titanio e tengo a sottolinearlo così come tutta la nostra produzione è made in Italy al 100%.

ottica pretolani occhiali per tiro a volo

 

E’ un vero e proprio gioiello dal peso ridottissimo e incredibilmente resistente su cui siamo riusciti a trasferire tutte le specifiche tecniche migliori che contraddistinguono la nostra produzione compreso il nasello regolabile un dettaglio non trascurabile, il modello Vista permette anche l’intercambiabilità con le lenti correttive, siamo veramente orgogliosi del lavoro fatto.

Da uomo galante come sei ho visto che hai lanciato anche una linea LADY?

Il mondo del tiro parla sempre più al femminile questo forse grazie anche ai successi delle nostre formidabili tiratrici in campo internazionale ed olimpico , abbiamo quindi pensato un occhiale che rendesse giustizia alla sua femminilità affidandoci allo sviluppo di una montatura “round” seguendo un po’ la moda del momento anche negli occhiali da sole. Non vorrei essere smentito ma anche qui credo che sia una novità assoluta non mi risulta che altre aziende abbiano lanciato occhiali da tiro dedicati a Diana!

 

ottica pretolani occhiali per tiro a volo

 

Un’ultima considerazione che vorrei condividere con te Massimo, sempre più vengono proposti sul mercato linee molto aggressive che ricalcano un po’ i modelli in uso negli sport estremi, guardando il lato estetico delle tue creazioni invece scopriamo linee morbide ed eleganti che comunque non definirei per niente classiche, è una scelta voluta? E’ una scelta – mi dice – ognuno deve esprimere ciò che è e noi siamo questo … e tanto basta a noi per capire chi è Massimo Pretolani un signore nel senso pieno del termine non solo nei modi ma anche nello spirito che riesce poi a trasferire sulle sue “creature” mosso da una passione vera per il nostro mondo.

Giuseppe Mariani

 

Per ulteriori informazioni sulla gamma degli occhiai Pretolani CLICCA QUI >>