AGRICOLTURA E CINGHIALI. TOSCANA BRACCATA ANCHE NELLE AREE NON VOCATE

Benelli 828 U Beccaccia

La massiccia presenza di cinghiale e relativi danni all’agricoltura ha fatto propendere la Regione Toscana anche per la braccata nelle aree non vocate.

Importante novità nell’ambito della caccia al cinghiale per la Regione Toscana. Infatti la Giunta Regionale ha deliberato che nei territori ove si sono avuti danni da cinghiale, anche se AREE NON VOCATE, gli ATC potranno consentire l’attività delle squadre da cinghiale per la caccia in braccata nei giorni di lunedi e giovedi.

Il decalogo dei criteri proposto dalla Regione Toscana è il seguete:
– le attività dovranno svolgersi nel periodo 30 ottobre – 31 dicembre;
– gli interventi dovranno essere condotti esclusivamente nei giorni di lunedì e giovedì, con
inizio dopo le ore 10.00;
– le attività si svolgeranno secondo un calendario deciso dall’ATC, che dovrà essere comunicato con almeno 48 di anticipo alla Polizia Provinciale, e in aree individuate dal medesimo;
– le attività potranno essere effettuate dalle squadre iscritte all’ATC, da questo di volta in volta individuate;
– l’ATC dovrà assicurare una turnazione delle squadre partecipanti per ciascuna area di intervento, escludendo qualsiasi forma di assegnazione;
– le aree di intervento saranno prioritariamente quelle colpite da danni all’agricoltura da parte del cinghiale nel corso del 2019;
– le attività di cui al presente atto dovranno essere rese note da parte dell’ATC sul proprio sito istituzionale con almeno 48 di anticipo;
– è facoltà dell’ATC di escludere dalle attività le squadre che adotteranno comportamenti difformi alle direttive impartite o che non collaboreranno alla efficace realizzazione dei
prelievi;
– le attività di cui al presente atto dovranno comunque rispettare lo svolgimento delle altre
forme di caccia attuate in tali territori;
– spetta all’ATC di informare e sensibilizzare i partecipanti sul rispetto delle principali norme
di sicurezza, in relazione al luogo di attività; tutti i partecipanti dovranno indossare
indumenti ad alta visibilità;
– durante la caccia in braccata nelle ANV valgono, in particolare, le norme di cui all’art. 73,
comma 10, 12, 13 del 48/R.

 

turismo venatorio viaggi caccia in riserva