ATC FROSINONE 2: SI MONITORA LA BECCACCIA

Il programma di monitoraggio della beccaccia in attuazione negli ATC del Lazio è triennale e realizzato attraverso l’utilizzo del cane da ferma. Beccaccia e monitoraggio un elemento di grande evidenza per la specie e per la cinofilia.

Gli ATC del Lazio si sono organizzati in un programma triennale, programma operativo progettato dal al Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) dell’Università degli studi della Tuscia.

Lo stesso è previsto che venga realizzato attraverso l’esecuzione di prove cinofile che permettano di valutare e certificare l’idoneità dei cani da ferma da impiegare nel piano di monitoraggio della beccaccia svernante nella regione. Come da parere ISPRA la valutazione è attribuita da giudici cinofili, che applicheranno il regolamento ENCI per il conseguimento del Brevetto di “cane abilitato al monitoraggio della beccaccia e di altra selvaggina di piuma migratoria o stanziale”.

Le prove potranno essere realizzate nel periodo compreso tra 1° settembre e 15 marzo, periodo nel quale non si rischia di danneggiare o disturbare altre specie intente alle attività di riproduzione.

Anche i cani già iscritti all’ENCI, per poter partecipare a tale attività di monitoraggio devono comunque essere abilitati e l’ATC Frosinone 2 intende promuovere l’abilitazione dei cani da ferma.

I riferimenti contatto dell’ATC Frosinone 2 sono:

Sede di Frosinone:
Tel/Fax: 0775.200404 e-Mail: info@atcfr2.it

Sede di Cassino:
Tel.: 0776.270608 e-Mail: atcfr2cassino@libero.it