BENDINELLI (PD) DECISO SI ALLA CACCIA IN BRACCATA

La caccia in braccata al cinghiale, forma tradizionale in Italia in grade di operare il maggior contenimento della specie, messa in pericolo dal Piano Lupo del Ministero dell’Ambiente.

Il rappresentate del Pd, Fausto Bendinelli, afferma che tutti sono a conoscenza dei danni che gli ungulati apportano al mondo agricolo e vietare la caccia in braccata porterebbe ad una nuova prolificazione in massa con ingenti danni all’agricoltura al pari degli eventi predatori. Parte da queste considerazioni la critica al Piano Lupo annunciato dal Ministro Costa.

Bendinelli vuol essere ancor più chiaro e fa rilevare che è proprio in prossimità delle aree protette ove i cinghiali trovano normalmente rifugio che sono più importanti i danni alle colture agricole. Secondo Bendinelli le braccate che a volte si svolgono vicino ad allevamenti permettono l’utilità di tenere un po’ più lontani i lupi.

Conclude dicendo che Vietare la caccia in braccata in determinate zone è estremamente irrispettoso sia per gli agricoltori, i quali vedranno ancor più a rischio i loro raccolti e sia per gli appassionati di caccia, ai quali si negherà la possibilità di svolgere una vera e propria passione.

 

 

___________________________________________

caccia shop cane di da caccia accessori satellitari