BOTWSANA: TORNA LA CACCIA PER GESTIRE GLI ELEFANTI

Il paese africano che ospita la più grande popolazione di pachidermi, a seguito delle crescenti difficoltà causate nel rapporto con le attività umane, riapre la caccia controllata all’elefante.

Gestire è una parola magica che i cacciatori conoscono ma che I presunti amici della natura non hanno nel loro vocabolario. Eppure gestire significa far convivere animali selvatici e attività umane.

Dopo molti anni di divieto assoluto di caccia all’elefante il Botwsana torna a cacciare il pachiderma per gestire e circoscrivere e ridurre tutte le problematiche che gli elefanti stanno creando ai raccolti in un paese che ha necessità di produrre alimentazione per la propria popolazione.
In Botwsana sono stimati circa 160.000 elefanti non stabilmente residenti ma appartenenti a popolazioni che si muovono attraversando il confine di Zambia, Zimbabwe e Namibia. Nelle loro migrazioni si sono sempre più adattati alla copertura vegetatale dei luoghi che attraversano che non è più solo savana ma anche costituita da coltivazioni.

I danni che ogni anno il governo rileva sono molto ingenti e proprio per questo  e per le prossime elezioni il Presidente ha inteso correre ai ripari varando un programma di contenimento in grado di gestire la specie nei prossimi anni.
Naturalmente la scelta del governo ha acceso alcuni animi conservazionisti ma nel paese la decisione del programma di controllo venatorio è stata decisamente accettata.

 

__________________________________

caccia shop attrezzatura cacciatori