CACCIA E KEY CONCEPTS. SPERIAMO NELLA FRANCIA

Michele Sorrenti tecnico faunistico di Federcaccia, ci illustra l’empasse generata dalle posizioni ISPRA e come l’Ufficio Nazionale della Caccia di Francia può venire in aiuto dei cacciatori italiani.

Tra pochi giorni a Parigi ci sarà un aggiornamento della “saga” sui Key Concepts per alcune specie migratorie oggetto di caccia. ISPRA ha portato dati restrittivi in contrasto con quelli forniti dagli studi di Federcaccia, di FACE. Perciò in Commissione Ue si è creato uno stop per giungere alla decisione finale che poi condizioneranno l’emissione di tutti i calendari europei in cui compaiono le specie oggetto di studio.

Mentre da un lato Federcaccia ha avuto modo di acquisire ulteriori dati che confermano le proprie tesi sulle decadi di inizio della migrazione prenuziale ISPRA è rigida sulle sue posizioni. Alla riunione di Parigi del 10 e 11 luglio parteciperanno Federcaccia, FACE, Ispra e per la prima volta un rappresentate del Ministero delle Politiche Agricole inviato dal Ministro Centinaio. Ma soprattutto parteciperà l’organo scientifico ufficiale di Francia, l’Ufficio Nazionale della Caccia con dai probabilmente più in linea con quelli portati da Federcaccia.

Nel video il Dott. Sorrenti ci illustra nel merito la situazione attuale.