LA CESENA E’ LA REGINA DI QUESTO PERIODO DI MIGRAZIONE

rizzini fucili da caccia e tiro

L’ANUU Migratoristi segnala che negli ultimi giorni di novembre con un po’ di stabilità meteorologica e temperature abbassate al nord Italia e relative brine mattutine, la situazione migratoria sta un pò cambiando.

La migrazione di ottobre ha soddisfatto i capannisti ed ha lasciato il passo a piccoli movimenti erratici che dal mese di dicembre caratterizzeranno come sempre tutte le specie che in Italia si fermeranno per svernare.

Dal sud della Francia giungono notizie di un ottimo passo del Tordo sassello; ma in Italia visto il recente maltempo la situazione è un pò diversa anche se si segnala una buona presenza della Cesena accompagnata da non troppi di Tordi sasselli.

Buona presenza tutt’ora del Fringuello unitamente alla Peppola. Si nottano ancora gruppetti di Lucherini mentre dopo un esordio positivo al momento il Frosone appare quasi assente dal fenomeno migratorio.

All’Osservatorio Ornitologico di Arosio della FEIN, l’ultima settimana di novembre ha regalato ancora la cattura di un Tordo bottaccio e quella di un femmina di Ciuffolotto.

Per la Beccaccia si hanno notizie non omogenee di individui osservati in modo sparso ma questo è dovuto alle cattive condizioni del tempo che hanno influito negativamente sul monitoraggio e sull’attività venatoria.
Nulla segnalare invece per gli acquatici ed il Beccaccino. Si sta avvicinando la data del 12 dicembre, giorno del plenilunio e se le previsioni circa le fasi lunari si avvereranno e soprattutto saranno accompagnate dal bel tempo stabile e abbassamento delle temperature è ancora prevedibile un buon passo di Cesene.

 

turismo venatorio caccia in riserva in italia