CORTE COSTITUZIONALE RESPINGE IL RICORSO CONTRO IL CONTROLLO FAUNA IN TOSCANA

Il Governo esaminando la normativa aveva sollevato dubbi di legittimità. Ora la Corte Costituzionale ha chiarito.

La Corte Costituzionale si espressa sul ricorso che era stato presentato dal Governo in merito ad alcune disposizioni che la normativa della Regione Toscana e nello specifico quelle relative al controllo della fauna selvatica.

Secondo l’interpretazione del Governo, che appunto aveva fatto ricorso alla Corte Costituzionale, era affidato il compito di collaborare per le attività di contenimento e controllo fauna alle guardie venatorie ed ai cacciatori abilitati e questo sarebbe entrato in contrasto con i dettami della legge nazionale sulla caccia n 157 del 92.

La Corte Costituzionale analizzato il ricorso ha inteso rigettarlo e con tale azione ha di fatto legittimato la Regione Toscana ad attuare le suddette attività nel rispetto dell’articolo 3 della sua legge regionale 3 del 94.