CPA SARDEGNA: LEPRE E PERNICE … SI FACCIANO I CENSIMENTI

L’Associazione sarda, invita il nuovo assessore ad adoperarsi per realizzare i censimenti per lepre e pernice sarda.

Il Presidente Cpa regionale, Marco Efisio Pisanu ha rivolto il suo appello al neo assessore all’Ambiente della Sardegna, Gianni Lampis, affinché venga presa in considerazione la situazione relativa ai censimenti di lepre e pernice sarde.

Come già richiesto da Federcaccia, anche Cpa ha richiesto i censimenti, affinché vengano effettuati in tutto il territorio vocato a queste due specie.

“Immagino che Lei sappia che nelle ultime due stagioni venatorie – si legge nel testo dell’invito – a seguito di ricorsi al TAR, è stata sospesa la caccia alla nobile stanziale (lepri e pernici). In particolare, il ricorso presentato nella stagione 2018/2019 è stato accolto poiché la Regione Sardegna ha omesso di inviare all’ISPRA l’esito dei censimenti (favorevoli all’apertura della caccia) redatti dall’Università di Sassari” scrive Pisanu. “Tali censimenti sono stati inviati solo in un secondo momento e, dopo l’analisi, l’ISPRA ha rilasciato parere favorevole per la concessione di una mezza giornata di caccia a lepri e pernici, parere che venne disatteso, per mera scelta politica, dall’Assessore”.

Nella sua lettera, il Presidente del CPA, ha anche ricordato le dichiarazioni fatte recentemente dai funzionari dell’assessorato, secondo cui per il nuovo calendario venatorio sarà possibile autorizzare la caccia solo all’interno di zone autogestite, dove sono in corso i censimenti, precludendo così questa caccia al 50% dei cacciatori sardi.

Di qui la richiesta di Pisanu poiché essendoci il precedente parere positivo dell’ISPRA (prot. 58493/TA11 del 4/10/2018) che, certamente, acconsentirà all’apertura. Sarebbe opportuno predisporre sin da subito i monitoraggi anche sul “territorio libero”.

 

 

_______________________________________

caccia acquisto accessori online