FEDERCACCIA SARDEGNA: OK SU DECISIONE CRF SU LEPRE E PERNICE

La proposta di Federcaccia Sardegna sul prelievo di lepre sarda e pernice sarda era ampiamente cautelativa rispetto ai dati dei capi prelevabili. Il primo giorno di caccia tra le due specie non si è arrivati ai mille capi.

La proposta di Federcaccia Sardegna era quella di prevedere oltre alla giornata del 4 ottobre altre due giornate di caccia a lepre e pernice sarda il 18 e 25 ottobre. In esse ogni cacciatore per ogni giornata avrebbe potuto prelevare 2 lepri r 2 pernici. Il totale delle giornate dedicate alle due specie sarebbe stato di 3. Questo perché i dati sui capi prelevabili ossia oltre 80.000 lepri e oltre 24.000 pernici sono lontani dal prelievo ipotizzabile dai cacciatori sardi. Basti pensare che nella giornata di apertura meno di 500 lepri e meni di 500 pernici sono finite nei carnieri dei cacciatori.

Oltretutto si ritiene da cambiare il modo di monitorare; occorre farlo costantemente con i cacciatori che praticano questo tipo di caccia. Questo permetterebbe di procedere ad effettuare i prelievi possibili previsti dalle soglie di censimento.

Federcaccia Sardegna ritiene che sia giunto il momento di lavorare ad una nuova legge che disciplini in modo corretto tutta la gestione della selvaggina nobile stanziale della Sardegna per tempi di censimento, soggetti abilitati, risorse, piani di prelievo ecc.

Le finalità di Federcaccia Sardegna sono quelle di tutelare i cacciatori per fargli esercitare la loro passione e questo siano in grado di farlo al meglio possibile.

 

https://www.turismovenatorio.it/ita/antica_maremma_riserva_di_caccia.html