FRIULI IPOTESI DI SANZIONI PER CHI DISTURBA LA CACCIA

Il Gruppo Consiliare di Forza Italia pensa di proporre sanzioni per coloro che disturbano l’attività venatoria o molesteranno i cacciatori.

L’ipotesi che verrà proposta è di tipo amministrativo con sanzioni comprese tra 500 e 3.500 euro.

Tali sanzioni ipotizzabili per coloro che praticano atti di ostruzionismo o disturbo per turbare o interrompere l’attività venatoria, o rechino molestie ai cacciatori nel corso della propria attività. Questo prevede la proposta di legge riferita da Mara Piccin prima firmataria della stessa.

Secondo la Piccin siamo in pieno clima d’odio nei confronti dei cacciatori e per questo è da ritenere che sia necessario dare un segnale d’attenzione da parte delle istituzioni, in particolare da parte dello Stato.

Si assiste sempre secondo la Piccin all’intensificarsi dell’intolleranza nei confronti di un’attività, quella venatoria, prevista e regolamentata della legge è preoccupante.

La proposta è comunque per una legge Nazionale che sia quindi applicabile su tutto il territorio nazionale e la consigliera nazionale ricorda il recente rogo di due altane nella Riserva di Campoformido.

 

san fiorano riserva di caccia