HIT, I MINORI E LE ARMI

Polemiche e ancora polemiche sulla possibilità per i minori di maneggiare le armi nella prossima edizione. IEG risponde affermando che i minorenni da 14 anni in su possono farlo purché accompagnati da adulto responsabile.

La “guerra” alla passione per le armi e quindi per la caccia passa anche per le fiere di settore. HIT come ogni anno è attaccata da coloro che vorrebbero tenere ben separate armi e appassionati, vietando il loro incontro proprio ai minori.
Ed HIT è chiamata a difendersi ed uscire con una nota nella quale dichiara che al di là dei rispettabili e leciti giudizi soggettivi e culturali, è fondamentale conoscere e riportare però con esattezza i fatti oggettivi. E’ altresì doveroso evidenziare la totale correttezza dell’operato di IEG, che nello specifico è conscia delle proprie responsabilità ed è quindi impegnata con azioni precise, oltre a quanto necessario per il rispetto della Legge.

Il regolamento di HIT prende appunto spunto dalla legge che suddivide il maneggio delle armi con lo spartiacque dei 14 anni. Per i minori di 14 anni la legge prevede che sia precluso l’uso delle armi da fuoco mentre coloro che i 14 anni li hanno compiuti possono utilizzare le armi da fuoco nelle specifiche strutture dell’UTIS o FITAV seguiti da Istruttore Federale con abilitazione all’accompagnamento dei tiratori juniores. Il poter prendere confidenza con le armi da piccoli, ricordiamolo, ha portato all’Italia un numero enorme di mondiali nelle più svariate discipline del tiro.

In relazione a ciò e per estensione della norma, ad HIT i minori dovranno essere accompagnati da persona adulta e responsabile e accedere sotto il suo controllo alla manifestazione.

 

DOG TRACE x30 satellitare cani caccia addestramento