INGHILTERRA: SOSPESO IL PRELIEVO DI CORVIDI, COLOMBI ED OCHE

Una vera e propria bomba è caduta sul mondo della caccia inglese; non sarà più consentito ai farmers effettuare il controllo delle specie opportuniste, come colombacci e altri colombiformi, corvidi, oche ecc. d’ora in poi, se vogliono essere fatti dei controlli gli agricoltori dovranno fare una richiesta volta per volta.

La reazione da parte degli interessati è stata furiosa, che paventano una rapida distruzione delle loro coltivazioni, proprio in questo periodo molto a rischio di essere preda di uccelli.

Natural England, l’ente pubblico emanazione dal Ministero dell’Ambiente, che fa le veci della nostra ISPRA, è riuscito a revocare tre licenze generali che fino ad oggi autorizzavano l’abbattimento e la cattura della maggior parte delle specie “dannose” che riguardano il suolo inglese. Queste licenze comprendono 16 specie di uccelli, tra cui corvi, taccole, gazze e colombacci. In altri termini significa che chiunque abbia il bisogno di ridurre la presenza di una di queste 16 specie dovrà richiedere un permesso individuale al Governo. Compreso i colombacci, oggetto di un’attività venatoria piuttosto sentita. Stessa richiesta, sembra debba essere fatta, da parte dei singoli cacciatori. Salvo burocrazia.

In questo momento la BASC sta lavorando a stretto contatto con tutte le organizzazioni rurali, ma anche con l’ente di riferimento, per riuscire a trovare una soluzione per questa problematica.

 

 

_______________________________

lepre chiusura caccia stagione venatoria