KEY CONCEPTS E FUTURI CALENDARI VENATORI

Potremmo dire che siamo sotto attacco. Almeno se si analizzano le impressioni relative alla rigidità con la quale Ispra ha accolto le tesi e le argomentazioni tecnico scientifiche portate dalle associazioni venatorie in materia di key concepts.

La Confederazione Cacciatori Toscani ha fatto sapere in una nota che oltre ai ricorsi che sono stati fatti dal Tar, si stanno concretizzando anche altre iniziative per determinare limitazioni di tempi e specie cacciabili. In particolare la imminente revisione dei Key Concepts, che sono stati richiesti dall’Europa, e che chiede di prendere in considerazione relazioni e dati forniti dal Ministero dell’Ambiente e da Ispra.

“La Commissione Europea – spiega la Confederazione – aveva infatti invitato alcuni mesi fa gli Stati Membri a costituire dei gruppi di lavoro nazionali, con tutti i portatori d’interesse cacciatori inclusi, al fine di tenere in considerazione le varie proposte ed i vari studi scientifici. A seguito di ciò, in questi giorni, si stanno discutendo nei tavoli del Ministero dell’Ambiente, le modalità e gli obiettivi per la revisione delle Linee guida per il prelievo di numerose specie migratrici di interesse venatorio”.

In altre parole in questa fase si stanno definendo quelle che saranno le linee guida utili a produrre i calendari venatori degli anni a venire in particolare per fauna selvatica molto cara ai cacciatori italiani, in particolare turdidi, anatidi e scolopacidi. L’Ispra ha un ruolo importante in tutto ciò e dalla riunione tenuta è apparsa con atteggiamenti molto rigidi su una serie di temi, peraltro sostanziati ed avvalorati da relazioni tecnico scientifiche portate dal mondo venatorio.

Si stanno decidendo le sorti dei calendari venatori del futuro, che riguardano anche i tempi di caccia di alcune specie acquatiche come ad esempio i Turdidi, Acquatici, Scolopacidi. Ma l’Ispra ha un ruolo fondamentale e nella riunione che è stata tenuta stamattina si è vista molto rigida su molti argomenti, come le valutazioni tecnico-scientifiche del mondo venatorio, e nonostante le molte argomentazioni si è vista sempre molto rigida.

Adesso il ruolo importante spetta alle Regioni che il prossimo mese avranno un tavolo di dialogo in materia. Su esser è utile lavorare al fine di scongiurare attacchi dal mondo animal ambientalista, mettendo a disposizione studi, competenze e passione vera.

 

 

_______________________________________

caccia acquisto accessori online