KEY CONCEPTS VERSO IL DOCUMENTO FINALE

Il documento che fissa i periodi di riproduzione e migrazione prenuziale delle specie migratrici messo in difficoltà dall’atteggiamento dell’Itali. Comunque si va al documento finale.

Il comitato Nadeg, incaricato delle definizione dei Key Concepts si è riunito il 15 novembre scorso.

Il presidente della FACE era presente, Roderick Enzerink, che ha riferito le due novità emerse dalla riunione.

La prima è che la Commissione ha deciso di concludere il documento entro pochi mesi, ciò vuol dire che, di fronte a posizioni inconciliabili, la Commissione non si adopererà per trovare un punto d’incontro.

La seconda novità è che il documento presenterà al suo interno una dichiarazione di provvisorietà e di parziale imperfezione, questo perché le discrepanze presenti in diverse date, tra diversi Paesi, soprattutto in Italia, non sono state ancora risolte.

“Lo Stato italiano non ha dimostrato nessuna disponibilità a modificare le proprie opinioni in merito a date, pur essendo quelle proposte totalmente differenti da quelle della Francia, ma anche di Spagna, Grecia e Croazia, ossia di tutti i Paesi del bacino mediterraneo.

Questo aspetto – secondo il tecnico Fidc Michele Sorrenti – preannuncia la necessità di approfondimenti da proporsi a livello tecnico nel 2020 e Face sta lavorando affinché questo sia chiaramente definito nel documento finale. Ciò fa si che il documento che uscirà dalla Commissione sarà un debole non avendo raggiunto una unità transnazionale come era auspicio.

 

 

caccia in scozia sassetti oche anatre beccaccia gennaio 2019