REGIONE MARCHE E ENCI: ACCORDO “CINOFILO” PER LA GESTIONE FAUNISTICA

La Regione delle Marche si aggrega all’elenco delle istituzioni con la quale l’ENCI stringe rapporti di collaborazione; è stato siglato da poco il protocollo riguardante la specializzazione e l’impiego di unità cinofile in ambito faunistico venatorio e la valorizzazione di aree per lo svolgimento di attività cinotecniche.

“Un’ulteriore intesa –  Scritto sul sito ENCI – che valorizza l’utilizzo del cane di razza che con il suo impiego contribuisce nel settore della gestione della fauna, oltre che consente alla cinofilia di guadagnare opportune situazioni che permettono di mantenere di alto livello la selezione zootecnica a lui stesso dedicata”.

L’accordo è stato stipulato negli uffici della Regione Marche ad Ancona l’11 dicembre 2018 con la presenza dell’Assessore alla Caccia della Regione Marche Moreno Pieroni e del Consigliere regionale Federico Talè, del Presidente dell’ENCI Dino Muto, del Presidente della Pro Segugio nazionale Vincenzo Ferrara,  del Consigliere Nazionale ENCI Sandro Pacioni e del Presidente Regionale ENCI Maurizio Barbieri, in cui si sono riuniti  tutti i Presidenti dei Gruppi Cinofili marchigiani con la sola mancanza del Presidente di Ancona.

 

toscana cacci sospesa beccaccia marzaiola merlo