NORVEGIA: MORIA DI RENNE

rizzini fucili da caccia e tiro

Nell’arcipelago Norvegese di Svalbard sono state ritrovate più di 200 renne morte. E fioccano le ipotesi.

Secondo alcune, questi animali sarebbero morti di fame, di conseguenza al brusco cambio climatico; questa ipotesi è avanzata dagli scienziati del Norwegian Polar Institute. L’incapacità di trovare pascoli su cui nutrirsi, secondo tali scienziati ne avrebbe provocato la morte.

Le terre del Svalbard sono quelle abitate più a nord del pianeta terra e si ritiene che qualsiasi cosa che riguardi i cambiamenti climatici, comporti grandi criticità negli equilibri di biodiversità in relazione allo scioglimento dei ghiacci.

Secondo rapporto del 2018 della National Ocean and Atmospher Administration, le renne dalla metà degli anni ’90 sono diminuite del 56%. Queste però purtroppo non sono le sole a soffrire a causa del cambiamento climatico; nel momento i cui i ghiacci si sciolgono anche gli orsi polari che rimangono isolati sui banchi, rischiano la morte per fame, vedendo impossibilitate tutte le loro capacità di predazione.