PAC, AGRICOLTURA E CACCIA IN SPAGNA

browning

La Federazione Reale Spagnola della Caccia e la Fondazione Artemisan hanno chiesto al Ministero dell’agricoltura, della pesca e dell’alimentazione di stabilire delle modalità per far si che il settore venatorio possa partecipare alla negoziazione della nuova politica agricola comune (PAC).

Il Presidente Angel Lopez Maraver, e il direttore della Fondazione Artemisan, Luis Fernando Villanueva, hanno tenuto un incontro con il segretario generale delle Politiche Agricole, Ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione, Fernando Miranda, al quale è stato mostrato il lavoro che il settore sta sviluppando. E’ stato anche riferito l’impegno che si sta mettendo per lo sviluppo di progetti che comprendono il recupero di specie quali la pernice rossa e altri uccelli di pianura, che soffrono per le pratiche agricole meccanizzate e particolarmente intensive.

A tal proposito e appunto per questo sono stati presentati gli obbiettivi dei progetti “RUFA”.

Un altro degli argomenti di cui si è parlato è la grande preoccupazione per lo sviluppo di malattie come la mixomatosi, la tubercolosi o la peste suina africana; si è trattato del divieto di caccia nei parchi nazionali a partire dal 2020, per il quale si vedono una serie di preoccupazioni anche i ordine economico in alcune regioni spagnole, come Cabañeros, Monfragüe, Guadarrama o Picos de Europa, per non parlare delle perdite di reddito e alla necessità di compensazioni con le quali il governo dovrebbe risarcire i proprietari di aziende agricole per la cessazione dell’attività di caccia. Situazione in divenire insomma.

 

 

_____________________________________________

Al REGALO DI NATALE PER I TUOI AMICI ABBIAMO GIA’ PENSATO NOI

TU DEVI SOLO CLICCARE SULLE IMMAGINI

manuale caricamento cartucce da caccia come nasce un fucile da caccia