PARERE VINCOLANTE ISPRA: E’ BATTAGLIA

benelli beccaccia supreme calibro 20 semiautomatico caccia

Alla Camera è stato affrontato l’argomento della caccia sotto un punto legislativo, argomento che non aveva mai fatto discutere, ma che l’onorevole Maria Cristina Caretta ha messo in evidenza.

Nello specifico di tratta di un emendamento presentato da Giuseppina Occhionero di Liberi e Uguali, che punta soprattutto ad una modifica dell’articolo 18 della Legge 157 del 1992. Modifica sostanziale per il futuro della caccia. L’obbiettivo principale è quello di aggiungere l’aggettivo “vincolante” al secondo periodo del secondo comma, subito dopo le parole “previo parere”. Oltretutto, al quarto comma dello stesso articolo potrebbero essere inserite le parole “previo parere vincolante dell’istituto” al posto di “sentito l’istituto”.

Quando si parla di Istituto il riferimento è ISPRA, notoriamente per le sue decisioni restrittive non troppo amata dai cacciatori.

L’onorevole Caretta accertato l’evidente problema che ne potrebbe derivare per la caccia italiana ha pubblicato una nota sui social scrivendo: “Con questo emendamento presentato dalla deputata Occhionero di Liberi e Uguali al Disegno di Legge “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2018” viene chiesto che le Regioni Italiane possano impostare i propri calendari venatori “PREVIO PARERE VINCOLANTE DELL’ISPRA”. Ricordiamo che oggi le regioni lo possono fare con parere non vincolante dell’ISPRA. Inoltre viene chiesto anche il PARERE VINCOLANTE dell’ISPRA sui calendari venatori. In

Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati abbiamo espresso parere CONTRARIO a questo emendamento…prepariamoci a dare battaglia in Aula!!!”.

 

caccia in scozia sassetti oche anatre beccaccia gennaio 2019