PESTE SUINA AFRICANA: LA COSA E’ MOLTO SERIA

benelli beccaccia supreme calibro 20 semiautomatico caccia

Virus che partendo dall’Africa è passato poi sui suidi asiatici per poi giungere in Europa. Per fortuna non dannoso per l’uomo è in grado di devastare le popolazioni di suidi sia domestici che selvatici, vedi il cinghiale.

Il virus è in grado di devastare le popolazioni suine con mortalità rilevate vicine al 100%, dati non buttai li a caso, ma frutto di importanti studi da parte di eminenti virologi. Una cosa quindi di una serietà altissima anche in considerazione del fatto che larga parte della popolazione europea, ha carni suine alla base della propria alimentazione.

Purtroppo il controllo di tale patologia è particolarmente difficile ed ogni volta che un suino viene trasferito c’è l’elevato rischio che la patologia sia trasmessa. Lo stretto controllo operato dai responsabili sanitari di molti paesi è relativamente più per gli allevamenti circoscritti ma molto più difficoltoso per quelli allo stato brado. In più il problema è largamente amplificato dalla massiccia presenza del cinghiale in tutto il nostro continente. E tutti stanno correndo ai ripari in tutte le maniera possibile.

La Danimarca, in cui la suinicoltura è uno dei fiori all’occhiello dell’economia, sta velocemente costruendo una barriera (una imponente recinzione) per tutti settanta chilometri di confine con la Germania.

In Polonia ove la virosi ha raggiunto dati preoccupanti i cacciatori sono stati incaricati di un massiccio abbattimento ed i soliti geni degli ambientalisti – che ancora una volta dimostrano limiti nella conoscenza delle cose della natura – vagano per boschi per frammettersi tra cinghiali e cacciatori.

In Belgio e Francia sono stati impostati imponenti piani di abbattimento di cinghiali ed addirittura l’esercito opera in stretto coordinamento con i cacciatori, che mai come in questo caso sono stati chiamati ad una massiccia opera di “Protezione Civile”.

Attualmente i virologi affermano che per questo ceppo di virus non c’è ne cura ne vaccino ed il virus è altamente resistenze al di fuori del suo ospite (il suide) per tempo e resistenza alle temperature.

Diciamola tutta, la situazione è seria e continuamente monitorata.

 

 

_______________________________

lepre chiusura caccia stagione venatoria