ROBERTO BIANCHI PITTORE DI CACCIA … IL NUOVO SITO INTERNET

E’ uno dei pittori che più ci ha affascinato nelle fiere di caccia. Da qualche anno ha allargato la sua sperimentazione artistica, ma rimane un punto di riferimento assoluto per le scene di caccia.

Roberto Bianchi e le sue opere a tema venatorio. Le avete viste tutti nelle fiere di caccia e se non ne siete frequentatori la sua collaborazione di qualche anno fa con la rivista Sentieri di Caccia, ci ha regalato un calendario fiabesco, con le sue più affascinati realizzazioni pittoriche di quel periodo che sono ancora nel tempo continuate.

Roberto Bianchi nasce e vive nel Cadore, area dei monti bellunesi che la maggior parte di noi lega alla sventurata fase della prima guerra mondiale che ha interessato intensamente questi luoghi. La sua grande capacità di osservazione della natura, decisamente maestosa nei suoi luoghi di vita e l’aver seguito per tanti anni amici appassionati cacciatori, lo ha portato ha sperimentare la sua arte anche in nella direzione della caccia.

roberto bianchi pittore scene di cacciaHa cosi collezionato una lunga serie di scene di caccia nelle quali l’uomo non è mai protagonista ma lo sono cani e selvaggina, tutta quella alata dei suoi luoghi, ma con particolare predilezione per la beccaccia che nei suoi quadri si invola sempre al termine di una spettacolare ferma.

Roberto – Roby per i tanti amici che si è assicurato in questi anni – celebra le sue montagne e la loro fauna maggiore con splendide rappresentazioni i paesaggi o scene boschive incentrate sugli ungulati. Dal cervo al capriolo, dal cinghiale al camoscio ed allo stambecco, nessun ungulato alpino è sfuggito al suo creativo pennello come pure i predatori del luogo, aquile, lupi e volpi.

Roby Bianchi sta adesso esplorando ulteriori frontiere della pittura, ma in occasione della messa on line del suo nuovo sito internet, ha avuto il piacere di dedicare una sezione molto ampia, alle sue creazioni venatorie e di animali, cosi che possiamo ammirarle e magari contattarlo per chiedere a lui stesso informazioni in merito.

Complimenti ancora a Roberto ed alla sua splendida interpretazione dell’arte venatoria.

Per gustarsi il nuovo sito www.robertobianchi.com cliccate qui >>