SICILIA: CRESCE IL PROGETTO LEPRE ITALICA

E’ motivo di grande soddisfazione per chi ci ha creduto sin dall’inizio. Il progetto Lepre Italica aumenta di importanza impegnando nuovi cacciatori abilitati.

Nei giorni scorsi la Regione Sicilia ha abilitato nuovi cacciatori che saranno deputati al monitoraggio ed al prelievo venatorio sperimentale della lepre italica in Sicilia. I nuovi cacciatori abilitati permetteranno di estende il progetto ormai noto “VERSO IL PRELIEVO BENATORIO SOSTENIBILE DELLA LEPRE ITALICA” verso nuovi territori facenti parte di altri ATC rispetto ai precedenti.

Il progetto, ci piace ricordarlo, è promosso dal Centro Studi Fidc ccon il suo ufficio Fauna Stanziale, in collaborazione con il laboratorio di Zoologia Applicata dell’Università di Palermo e le Ripartizioni Faunistico-Venatorie del territorio.

Già nella scorsa stagione il progetto era attivo in alcuni distretti degli ATC ME1, PA2 e AG1 ed adesso sarà esteso per la presenza di nuove abilitazioni di cacciatori.
Il Progetto è di capitale importanza nell’ambito degli abbattimenti della piccola fauna stanziale in Sicilia e nell’ottica più generale del supporto alla caccia tradizionale.

La Regione Sicilia è stata molto sensibile alla iniziativa sin da subito ed è entrata a farne parte integrante, facendosi carico di ampliare il numero dei cacciatori abilitati. Tale modello di sperimentazione si auspica possa in futuro divenire operativo anche per la specie coturnice, che da anni non è più cacciabile.

E’ anche importante sottolineare che pur essendo tale progetto promosso da Federcaccia Sicilia, i benefici dello stesso ricadranno indistintamente su tutti i cacciatori.

 

_______________________________

lepre chiusura caccia stagione venatoria