TOSCANA DRASTICA RIDUZIONE DEI CINGHIALI ABBATTUTI

rizzini fucili da caccia e tiro

Il dato è importante – 48% dei cinghiali abbattuti nell’ultimo trimestre del 2020.

Lo rileva amaramente, ancor prima dei cacciatori, la Coldiretti Toscana fortemente preoccupata delle conseguenze che il ridotto prelievo di cinghiali avrà sulle colture agricole.

Dati alla mano sono stati abbattuti in meno rispetto allo scorso periodo dello scorso anno oltre 16.000 cinghiali e la preoccupazione, come detto sale. Fabrizio Filippi, Presidente di Coldiretti Toscana, arriva ad affermare che le campagne sono in balia dei cinghiali, e le limitazioni imposte dal covid hanno dato oro modo di proliferare e prendere possesso dei territori.

E’ necessario un importante impegno per trovare una soluzione definitiva al problema, e lo sforzo che stiamo portando avanti con l’assessorato è quello di cercare di recuperare le battute perse durante il lockdown anche nel prossimo febbraio, con una assu8nzione di responsabilità da parte di tutti senza che prevalgano interessi di alcuni.