TOSCANA SI LAVORA PER LA LEGGE REGIONALE SULLA CACCIA

rizzini fucili da caccia e tiro

La proposta di legge assegnerebbe nuove funzioni agli ATC con l’istituzione per quelli in difficoltà di un fondo di rotazione e la nascita di un comitato scientifico per la consistenza faunistica.

Le finalità della nuova legge si riassumono nella ricerca della garanzia di un equilibrio faunistico, da realizzare attraverso una corretta gestione del territorio. La proposta di legge è stata già licenziata dalla Commissione di Sviluppo Economico del Consiglio Regionale della Toscana. Ha ricevuto i voti favorevoli del PD mentre Lega, Movimento a 5 Stele e Gruppo Misto si sono astenuti.

Tra i più significativi elementi di questa norma ci sono interventi sugli ATC. L’istituzione di un fondo di rotazione a supporto degli ATC in difficoltà è un primo elemento la quale sua affiancano nuove norme in materia di affidamento di contratti a soggetti terzi.

La nuova legge prevede inoltre la creazione di un comitato di scientifico composto da esperti con la finalità di monitore la consistenza faunistica e assicurare una corretta gestione.

Gli ATC dovranno organizzare dei centri di sosta carni e stipulare convenzioni con centri di lavorazione delle carni ed agire, rispettando le nomative regionali, per l’erogazione di fondi in compensazione dei danni agricoli fatti dalla fauna selvatica

Nella nuova proposta di legge la Regione può intervenire in caso di particolari necessità ambientali alla riperimetrazione delle oasi, delle zone di ripopolamento e cattura e di rispetto venatorio. La Giunta regionale Toscana si occuperà di definire e lezione di rispetto venatorio e d in tale aree programmare il prelievo degli ungulati e se necessario il contenimento di volpi e corvidi.