UMBRIA: MORRONI, PIU’ ABBATTIMENTI DEI CINGHIALI

rizzini fucili da caccia e tiro

L’Assessore Umbro alla Caccia, Roberto Morroni, ha voluto incontrare i rappresentanti del mondo venatorio della regione, con una priorità, quella del contenimento della specie cinghiale.

Il neo assessore intende incrementare il numero degli abbattimenti del cinghiale, poiché la grande presenza in Umbria del cinghiale è da considerare una emergenza poiché sono sempre più vicini alle strade, alle linee ferroviarie ed alle abitazioni civili.

Le associazioni venatorie hanno avviato una serie di proposte, ma manca ancora una linea unitaria. Questo perché taluni ritengono efficace l’attuale sistema che consiste nell’assegnazione da parte degli Atc alle varie squadre delle aree di caccia e del numero dei capi da abbattere.

Altri invece chiedono la rotazione delle squadre di caccia al cinghiale in braccata e la possibilità di caccia al cinghiale occasionale per singoli cacciatori.

Le associazioni agricole oltre all’ormai annoso problema del cinghiale che impatta sulle produzioni agrarie segnalano anche un altro problema: quello del lupo presente stabilmente in regione.

 

Turismo venatorio riserva di caccia umbria