WWF IN UMBRIA: SANZIONI NON LEGITTIME

Emanuele Fioriti – Lega – ha decisamente preso di petto la questione delle multe comminate da WWF in alcune aree dell’Umbria ed ha portato la questione sino alla Terza Commissione Regionale.

E gli Uffici della Regione Umbria, documenti alla mano, hanno confermato ciò che l’esponete della Lega da tempo sosteneva e ciò che il Presidente di WWF Perugia, non aveva i titoli – ossia non era in possesso del decreto per esercitare l’attività di guardia volontaria ittico venatoria, al momento in cui ha elevato alcune contravvenzioni a cacciatori.

Di fatto a sentire Fioriti, tutte le sanzioni da lui comminate sono da considerarsi nulle, poiché lo stesso non aveva i titoli ne per accertare ne tantomeno per comminare contravvenzioni ai cacciatori.

Solo dopo che l’esponente della Lega ha fatto i suoi passi presso le istituzioni il Presidente d WWF Perugia ha richiesto alla Provincia di Perugia il rilascio del decreto. Vicenda anche questa sulla quale Fioriti intende fare chiarezza, poiché a suo dire gli uffici della Provincia umbra erano al corrente di esposti presentati in relazione alle attività sanzionatorie.

E’ però finito, ha affermato Fioriti, il tempo nel quale, i cacciatori umbri venivano vessati con veri e propri abusi: mi impegnerò a chiedere all’Assessore Cecchini il rimborso di tutte le multe irregolarmente elevate.

 

 

___________________________________________

caccia shop cane di da caccia accessori satellitari

;