SEMPRE PIU’ DANESI MUNIZIONI … UNA STORIA DI SERVIZIO ALLA CACCIA

Da generazioni caricano con successo cartucce da caccia, attività che portano avanti in parallelo all’armeria. Ma sempre di più in Danesi ci si è specializzati in munizioni. Ed i cacciatori apprezzano.

La storia del legame della famiglia Danesi con la caccia ed in particolare con la munizione da caccia, va quasi di paro pari passo con la storia di quest’ultima. Affermatasi la retrocarica e divenuta pian piano di utilizzo comune la necessità di avere cartucce disponibili, anche per la eccellente presenza di selvaggina dei primi anni del 1900, il cacciatore del secolo scorso si è trovato a doverle caricare in proprio, con pessimi materiali e con loro penuria. Ma in particolare senza una minima competenza sul come realizzare qualcosa di efficiente e sicuro. Per cui chi eccelleva in ciò nei piccoli paesi della nostra bella Italia, diveniva inequivocabilmente il punto di riferimento di tutti gli altri. In questa realtà Nazareno Danesi, ebbe l’intuizione di unire passione e competenze, creando dal nulla un mestiere e commercializzando munizioni da caccia nella sua terra. Era il 1920, un secolo fa. Era l’epoca di Acapnia, Superbalistite e poco altro, ma con esse Nazareno poté crearsi via via un piccolo mercato nell’area del Casentino.

Poi venne la guerra e solo nel 1948, il figlio Raffaello poté continuare a dare seguito a quello che stava divenendo un consolidato mix di passione e mestiere, con una importante variante. A questa epoca i Danesi fanno risalire la fondazione della loro azienda, ma Nazareno aveva iniziato a cimentarsi con bossoli e polveri a ridosso del termine della Prima Guerra Mondiale. Molto tempo prima. Raffaello ipotizzo non solo di continuare la vendita di cartucce da caccia acquistate da altri produttori, ma produzione propria, in piccole quantità destinate prima agli amici che grazie al grande apprezzamento, contribuivano ad allargare il cerchio di coloro che le richiedevano. La richiesta delle cartucce caricate da Raffaello andò in rapido aumento in gran parte della Toscana e dal piccolo laboratorio domestico, Raffaello Danesi fu chiamato a consolidare il suo connotato di azienda, acquistando e mettendo in opera macchine che gli permettessero di aumentare la quantità di produzione. L’artigianalità, cosi apprezzata dai cacciatori sino ad allora, rimaneva intatta, ma la produzione aumentava, come l’affermazione ed i successi del marchio.

Danesi Munizioni cartucce da caccia

Tra un caricamento di MB ed uno di DN, non fu difficile per Raffaello, attrarre a sé la passione dei due figli Luigi e Franco, che ebbero modo di incrementare ulteriormente il mercato e parallelamente la capacità produttiva. A tale potenziamento unirono un allargamento sempre maggiore della gamma, differenziando linee di munizioni per la piccola migratoria, per la nobile stanziale e per i grandi migratori. Il mercato copriva l’intera Toscana e proprio la grande variabilità dei tipi di caccia praticati in regione, ha permesso in quegli anni a Luigi e Franco di sperimentare molti tipi di caricamenti, raggiungendo con la loro gamma la soddisfazione dei loro clienti. Luigi e Franco tutt’ora in attività, hanno avuto anch’essi il merito di riuscire a trasferire alla generazione successiva passione e competenza contribuendo ad un ulteriore salto in avanti dell’azienda.

Oggi Alfiero e Francesca, hanno dato un ulteriore impulso alla Danesi Munizioni. Nello stabilimento produttivo lavorano in serie alcune linee di produzione di elevata capacità e all’incremento produttivo ha fatto seguito quello del mercato grazie ad una efficiente rete vendita che ha portato il marchio Danesi ad allargare la sua presenza nelle armerie di tutta Italia. Rapporti collaborazione con grandi aziende del settore e presenza nelle maggiori fiere nazionali hanno fatto il resto, permettendo ai cacciatori di prendere contatto con la imponente gamma delle cartucce prodotte ed innescando, loro per primi, ulteriore richiesta.

Appunto l’ampiezza della gamma è il fiore all’occhiello della moderna Danesi Munizioni. Un catalogo che abbraccia tutti i calibri ad anima liscia. Anche quelli più desueti e quelli come il calibro 16, per il quale Danesi Munizioni, in partnership con Club Calibro 16, è stata protagonista dell’indubbio rilancio in chiave moderna.

Gamma di munizioni per fucili a canna liscia per tutte le esigenze ed i tipi di caccia. Dall’allodola al cinghiale, Danesi Munizioni produce cartucce per tutte le esigenze venatorie.

Settantacinque tipi di diverse munizioni in un catalogo interamente prodotto a Strada in Casentino, con la logica di una ulteriore crescita, sono un primato che solo poche grandi aziende di livello internazionale possono vantare, ma la differenza in Danesi Munizioni è che qui la produzione continua ad essere artigianale, direttamente sperimentata a caccia dai titolari, che sono le medesime persone che ogni giorno, sperimentano assetti e azionano le macchine di caricamento.

Il futuro, è roseo, con l’iniezione nell’organico di nuove forze di famiglia e Danesi continuerà a fornire soddisfazioni importanti a tutti i cacciatori, ormai dell’intera penisola e non solo.

Riccardo Ceccarelli