FILIERA CARNI DI SELVAGGINA: LA LEGA INTERROGA IL GOVERNO

Un gruppo di senatori della Lega ha sottoposto al Ministro delle Politiche Agricole una interrogazione sul destino possibile delle carni di selvaggina Italia

La maggior parte delle carni di selvaggina commercializzate oggi in Italia non hanno provenienza nazionale bensi provengono da paesi stranieri: in primis Nuova Zelanda, Scozia e Nord America.

La Lega partendo dal presupposto che oggi in Italia esiste una popolazione di cinghiali la cui stima arriva a due milioni, ritiene che tale risorsa debba essere sfruttata al meglio cosa che porterebbe anche a risolvere gli ingenti danni che il cinghiale arreca all’agricoltura.

La Lega ritiene fondamentale creare una filiera, attraverso l’armonizzazione della normativa nazionale.

Francesco Bruzzone ha dichiarato che la valorizzazione della carne di selvaggina opportunamente regolamentata, potrebbe rispondere all’esigenza dei cittadini di consumare un prodotto proveniente dal territorio e di altissima qualitá, nonché creare nuove possibilitá di crescita economica, soprattutto all’interno di aree svantaggiate.

 

san fiorano riserva di caccia