LOMBARDIA. NON SODDISFATTE LE ASSOCIAZIONI VENATORIE

rizzini fucili da caccia e tiro

Le Associazioni Venatorie Lombarde in occasione dell’incontro del 29 settembre hanno consegnato a mani del Presidente Fontana un documento unitario riassuntivo dei problemi e delle richieste illustrate nell’audizione, che si pubblica.

L’incontro istituzionale era stato richiesto dalle Associazioni a prescindere dalla manifestazione di venerdì 1° ottobre per la quale si è richiesto il ricevimento di una delegazione. Su indicazione delle Associazioni sono stati ammessi ad assistere anche due rappresentanti del movimento “Io sono cacciatore”.

Con il disincanto che ci deriva dall’esperienza non possiamo certo esprimere soddisfazione per le risposte di oggi: al netto di promesse di maggiore ascolto e coinvolgimento, risposte speriamo di vederle nei fatti. Ma serve discontinuità.

Del resto dobbiamo constatare, con riferimento alla sospensione del calendario, che la Regione è comunque convinta della bontà del proprio operato, scaricando le responsabilità sull’ISPRA e sul TAR.

E non ci pare questo un buon inizio…

FIdC Lombardia

 

Consulta il documento delle Associazioni Venatorie >>

 

Tratto da federcaccia.org

 

turismo venatorio caccia