REGIONE SICILIA CACCIA E FURETTO

Il nuovo decreto ha integrato nel calendario venatorio 2019-2020 l’utilizzo del furetto dal 15 settembre al 16 ottobre incluso solo negli Atc Ag1, Ct1, Me3 (sulo sull’isola di Vulcano) e Tp3 (Isola di Pantelleria). Vengono dunque esclusi tuttli gli Atc precedentemente indicati.

La Federazione Caccia delle due Sicilie ha spiegato in una nota la ratio del decreto; in cui ha risposto ad alcune critiche Alessandro Rizzo, Commissario per la zona di Catania dell’Associazione e il Presidente Immordino, evidenziando l’importanza di limitare l’uso del furetto alle sole zone rocciose, laviche e sciarose, dove non è possibile esercitare altrimenti l’attività venatoria al coniglio. Nelle altre zone prima erroneamente consentite è da oltre un trentennio che non viene concesso l’uso del furetto, proprio per la tutela del coniglio.

La retromarcia dalle precedenti posizioni dà la certezza dell’impreparazione avuta dai suoi “esperti” e che la nostra missiva parla – la Federazione Caccia delle due Sicilie – gli ha fatto aprire gli occhi alla Regione Sicilia sull’evidenza dei fatti; questo è per noi una vittoria: siamo riusciti a far capire la nostra preparazione e la disponibilità al dialogo costruttivo per una giusta attività venatoria siciliana”.