PROPOSTO IL BANDO DEL PIOMBO NELLE MUNIZIONI

Face comunica la proposta dell’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche (ECHA), volta alle restrizione del piombo nelle munizioni da caccia, da tiro e pesca.

Face sta esaminando attentamente la proposta prodotta da ECHA, nella quale a farne le spese sono la cacia, il tiro sportivo e la pesca.

La valutazione che fa ECHA è relativa al fatto che le restrizioni relative all’utilizzo del piombo sarebbero giustificate in base ai rischi prodotti per l’ambiente e la salute umana.

Nello specifico per il piombo utilizzato nelle munizioni da caccia e da tiro ECHA propone:

  • Divieto di vendita ed utilizzo dei pallini di piombo per la caccia con un periodo di transizione di cinque anni con la possibilità data agli Stati Membri di derogare per il tiro sportivo quando le emissioni nell’ambiente sono ridotte al minimo.
  • Divieto di utilizzo del piombo nelle armi canna rigata con i seguenti periodi transitori:
    • 18 mesi per qualsiasi calibro di arma da fuoco a percussione centrale con calibro uguale o superiore a 5,6 mm.
    • 5 anni per calibri inferiori a 5,6 mm a percussione centrale e percussioni anulari in genere.
    • Deroghe sono possibili se i rilasci nell’ambiente sono minimi (ove i poligoni sono dotati di trappole per proiettilli)

L’indagine, e quindi la proposta di ECHA, non riguarda le munizioni di piombo in usa, a forze di polizia, doganali e di sicurezza.

FACE come detto, sta valutando approfonditamente la proposta e seguirà attivamente tutto il percorso del  processo decisionale.