CACCIARE IN … ROMANIA

Romania, terra di guerre e leggende, da Dracula ai castelli dell’impero Romano. Da quando i Paesi dell´est europeo, finito il blocco sovietico, sono tornati ad essere accessibili ad un vasto pubblico, la Romania è subito balzata ai primi posti negli interessi dei viaggiatori. Un viaggio in Romania può infatti rappresentare un´alternativa alla vacanza convenzionale e offrire l´occasione di scoprire un mondo “diverso” e unico, dove lo scorrere del tempo non ha intaccato usi, costumi e tradizioni secolari così come non ha compromesso la tradizionale ospitalità, cortesia e disponibilità dei suoi abitanti.

La maggior parte del territorio romeno è rimasto indenne alle spesso disastrose conseguenze della massiccia industrializzazione condotta in epoca comunista (visibili soprattutto nel sud del Paese) e ha conservato scenari agresti bucolici e tipologie abitative che ricordano tempi lontani.

Dopo gli anni del duro regime comunista di Ceausescu e la rivoluzione del 1989, la Romania è stata infatti protagonista di grossi cambiamenti sia a livello politico che economico e culturale. I più giovani si sono velocemente adattati, ma la generazione precedente, che ha vissuto anni di terrore e miseria e che ancor oggi vive in villaggi dove il tempo sembra essersi fermato, è ancora lontana anni luce da questo cambiamento.


Cacciare in Romania


La Romania ha una superficie di 237.391 kmq, pari circa a quella di tutto il Regno Unito d’Inghilterra, ma la differenza è che la Romania conta circa 21.733.556 di abitanti, mentre l’Inghilterra ne conta circa 59.500.000. La Romania dal 1 gennaio 2007 è entrata a far parte della comunità europea ma ancora oggi si trova in grande svantaggio di industrializzazione e modernizzazione in confronto agli altri stati membri, è per questo che si trovano ancora migliaia e migliaia di ettari senza una sola abitazione, favorendo cosi i cacciatori che intendono passare una vacanza indimenticabile.


Caccia in Romania


Nel territorio Rumeno sono veramente molte le specie cacciabili e che si trovano in gran quantità, la stanziale che apre in ottobre per Fagiani e Starne, mentre per la Lepre si deve attendere Novembre. Per la migratoria si parte in Agosto con Tortore e Quaglie, poi in settembre si apre la caccia agli acquatici, in ottobre Allodole e Colombacci e in Novembre Cesene e Beccacce, le quali chiudono il periodo venatorio in aprile. Oltre a queste specie di selvaggina minore è possibile cacciare ungulati e orsi.
 
Le zone di caccia sono veramente molte, distribuite in tutto il territorio, dai monti Carpazi per la caccia grossa alle pianure di Baraganu nel sud per tutta la caccia minuta.


Caccia in Romania


Informazioni Utili

Clima: La Romania ha un clima tipicamente continentale caratterizzato da inverni freddi e nebbiosi anche in pianura, primavere relativamente brevi e con frequenti precipitazioni temporalesche, estati calde ed autunni freschi e piovosi. Tra novembre e febbraio frequenti sono le nevicate.

Posizione geografica: Nella parte Sud-Est dell´Europa, nel Nord della penisola Balcanica, tra 43°37´07″ e 48°15´06″ latitudine nord e 20°15´44″ e 29°41´24″ longitudine est

Confini:
Ovest – Ungheria, Nord – Ucraina,
Est – Repubblica Moldova,
Sud – Bulgaria, Sud-Ovest –
Serbia (Jugoslavia); il Danubio forma il confine naturale tra la Romania e la Bulgaria e per qualche diecina di chilometri tra la Romania e la Serbia

Ora:Il turista italiano al suo arrivo in Romania deve spostare avanti il proprio orologio di 1 ora (quando in Italia sono le 12 in Romania sono le 13). Quando in Italia è in vigore l´ora legale lo è anche in Romania e quindi la differenza rimane invariata.

Documenti:Per entrare in Romania con armi e munizioni necessita un invito fatto da una società di caccia, per avere tale invito è necessario :
-il porto d’armi italiano
-la carta europea per espatrio dell’arma
-l’assicurazione di caccia
-il passaporto Per entrare senza armi è sufficiente la carta d’identità valida almeno per 3 mesi.

Per il rientro della selvaggina serve il certificato veterinario che verrà rilasciato dal personale autorizzato.

Come arrivare: in auto, passando da austria-ungheria, oppure passando da slovenia-ungheria, oppure in aereo, la Romania è raggiungibile in aereo da tutta Italia, moltissime sono le compagnie che fanno la tratta Italia-Romania.

Dopo questa breve spiegazione lascio a voi le conclusioni, però sono certo del fatto, che chiunque si avventurerà in questa terra ne rimarrà sicuramente colpito.

Barsanti Riccardo AGROHUNTING s.r.l.

Agrohunting

Web Site: www.cacciainmontenegro.com